L’aumento delle temperature che da molti anni a questa parte tiene sotto assedio la Terra continua a rispettare la sua tabella di marcia consegnando numeri che preoccupano gli esperti di tutto il mondo. I mesi contrassegnati da un caldo record, infatti, aumentano inesorabilmente.

I dati raccolti dagli studiosi del NASA’s Goddard Institute for Space Studies (GISS) di New York, ci mettono dinanzi a una clamorosa realtà dei fatti: quella secondo la quale il mese di agosto 2016 sarebbe stato il più caldo dal 1880, cioè dall’anno in cui hanno avuto inizio i monitoraggi sulle temperature globali secondo tecniche considerate “moderne”.

In una nota diffusa sul sito governativo, gli scienziati della NASA ricordano come teoricamente il picco della temperatura stagionale dovrebbe essere toccato nel mese di luglio: agosto, insomma, dovrebbe risultare un mese certamente caldo ma non più caldo di luglio. E invece no: nell’estate che ci siamo appena messi alle spalle il trend registrato è stato tutto, fuorché ordinario.

Le temperature medie globali rilevate nel mese scorso, infatti, sono state di 0.16°C più elevate rispetto all’agosto del 2014 (ricordato tra l’altro come uno dei più caldi di sempre). E se il paragone lo si fa con le temperature medie registrate dal 1951 al 1980, il mese di agosto 2016 risulta essere stato più caldo di ben 0.98°C!

Antonio Osso