Bonus tv: finiti i fondi, a dicembre in molti avranno gli schermi neri

Nell’ultimo anno sono stati stanziati dei fondi per i bonus relativi alle tv che ad oggi risultano esauriti, con il rischio che a dicembre in molti avranno gli schermi neri.

Le risorse stanziate finora non sono state sufficienti per coprire la domanda e dal prossimo mesi in molti rischiano di rimanere senza tv.

Bonus Tv - Fonte AdobeStock
Bonus Tv – Fonte AdobeStock

Quest’anno è stato effettuato il passaggio da un sistema di codifica chiamato Mpeg-2 al nuovo Mpeg-4 per la trasmissione della tv digitale terrestre. Per aiutare i cittadini che non potevano acquistare un decoder o un apparecchio nuovo sono stati dunque stanziati dei bonus per aiutarli nelle spese da sostenere.

Ad oggi però l’ex ministero dello sviluppo economico fa sapere che i fondi sono finiti, per cui in molti rischiano di arrivare al termine ultimo per il passaggio definitivo al nuovo sistema di codifica (fissato per il 20 dicembre) senza apparecchiatura adeguata.

Bonus tv, le proposte da parte del ministero delle Imprese

Sembra insomma che i fondi per i bonus tv siano esauriti – rimarrebbe una parziale disponibilità per i comuni montani, ma in quel caso ancora l’intesa Mise-Poste sembra non essere stata definita nel dettaglio. Questo dunque implica che a partire dal 20 dicembre in molti potrebbero rimanere senza tv.

Finiti i soldi per il bonus tv - Fonte AdobeStock
Finiti i soldi per il bonus tv – Fonte AdobeStock

Al momento l’unica soluzione sarebbe un rifinanziamento di questa risorsa, ma i tempi di attesa sarebbero piuttosto lunghi e gli utenti nel frattempo rimarrebbero comunque privati della possibilità di vedere i canali con sistema di codifica Mpeg-4.  In ogni caso al momento il ministero delle Imprese – e in particolare il ministro Adolfo Urso, è al lavoro per cercare di risolvere la situazione.

Ad oggi sono stati stanziati poco più di 315 milioni di euro per permettere ai cittadini il passaggio ad apparecchiature in grado di trasmettere i canali, ma si stima che ci vorranno altri 100 milioni di euro per un eventuale nuovo finanziamento. Il tempo ovviamente stringe e l’unica risorsa che al momento risulta utilizzabile è il Tesoro, al quale il ministro potrebbe dover attingere.

Saranno sicuramente definiti ulteriori dettagli nei prossimi giorni, ma al momento tutto ciò che i cittadini possono fare è tentare di capire se la propria tv supporta il nuovo formato andando sui canali 100 (canale test Rai) e 200 (canale test Mediaset); se appare la scritta “Test HEVC Main10”, la tv è compatibile, altrimenti apparirà solo uno schermo nero.