Ecco gli elettrodomestici che consumano di più

In un periodo come quello che si sta attraversando, può essere di notevole interesse, anche fondamentale, conoscere quali siano gli elettrodomestici con il consumo più alto. Di conseguenza, si potranno usare con parsimonia, o con particolari modalità risparmio.

Vi sono dei fattori da considerare a proposito del consumo. Conta la dimensione degli elettrodomestici: più è grande, più, ovviamente, consumerà. Così come conta la classe energetica. Sull’ultimo punto, se operiamo un confronto tra la classe A, quella più efficiente, e la classe B, la prima comporterà un risparmio di circa il 25% in bolletta.

Quali elettrodomestici consumano di più’ E come porvi rimedio? -newsecologia.it

Conta altresì il tempo di utilizzo, ed è preferibile optare per quelle fasce di risparmio energetico. Tenendo conto di ciò, abbiamo una lista con gli 8 elettrodomestici che consumano di più, e che vediamo di seguito.

Gli elettrodomestici a maggior consumo

In presenza del caro energia, meglio cercare di risparmiare sul consumo degli elettrodomestici in bolletta – newsecologia.it

Consideriamo innanzitutto il forno elettrico. Ad incidere sarà comunque la temperatura di cottura, e la modalità della medesima. Una temperatura a 200 gradi centigradi consumerà 1,5 kWh, mentre una a 180 gradi consumerà 1 kWh. Meglio pertanto ridurre la temperatura. Inoltre con la modalità a cottura ventilata, il forno cuocerà prima e sarà più la corrente risparmiata che quella impiegata per azionare la ventola.

Poi troviamo in lista la lavatrice. Si badi bene che lavare a 40 gradi e non a 60 gradi comporta un risparmio del 30%. Al terzo posto la vasca d’idromassaggio, la quale impiega circa 2,5 kWh di consumo, ma ad influire sarà il modello. Il quarto posto è occupato dal ferro da stiro, il quale impiega circa 2.000 watt, anche se consuma di meno una volta raggiunta la temperatura impostata.

Si potrebbe impiegare di meno il ferro per stirare capi che richiedono meno tale trattamento. Troviamo poi la lavastoviglie. A questo proposito si pensi a risparmiare puntando su una classe energetica alta, classe A possibilmente. Il consumo di elettricità sarà minore, e si potrà anche ricorrere a lavaggi rapidi, presenti in determinati modelli. Essi fannno risparmiare energia, e il consumo potrà ridursi a 1 kWh.

Con la classe A, anche l’acqua consumata sarà di meno, arrivando a completare un ciclo di lavaggio con 7 litri d’acqua. Troviamo ancora stufa elettrica, che consuma tra 1,5 e 2 kWh. Per una misura precisa, tuttavia, si può usare il Wattmetro, che si trova a prezzi da 15 a 30 euro, a seconda della funzionalità. Anche l’aspirapolvere consuma parecchio, ma ora è vietata la vendita di modelli che vadano oltre i 900 watt di potenza. Per il fon, invece, più esso sarà potente, più asciugherà i capelli rapidamente, ed è stato calcolato che ciò è conveniente.