Carrefour richiama prodotto, non lo mangiate portatelo al negozio di acquisto

La nota catena di supermercati Carrefour ha dovuto richiamare un prodotto di recente per pericolo contaminazione. Non lo mangiate se lo avete in casa e portatelo al negozio di acquisto.

Supermercato - Fonte Pexels
Supermercato – Fonte Pexels

Sono sempre di più gli allarmi scattati negli ultimi mesi e lanciati da note catene di supermercato riguardo i loro prodotti. Questa volta è toccata a Carrefour. che ha dovuto diffondere immediatamente un comunicato e poi ritirare un proprio prodotto a causa di una pericolosa contaminazione avvenuta con un popolare alimento. Ecco di cosa si tratta.

Carrefour lancia l’allarme: riportate in negozio questo prodotto

Negli ultimi mesi purtroppo abbiamo sentito spesso di note catene di supermercati costretti a ritirare un loro prodotto – come accaduto di recente anche a Penny Market (che ha dovuto lanciare ben due allarmi nel giro di poco tempo).

Un incubo che non è finito a che oggi tocca un’altra nota azienda, Carrefour. Quest’ultimi hanno dovuto diffondere un comunicato spiegando di aver ritirato in via precauzionale dei lotti di gallette di riso prodotte dalla Continental Bakeries – precisamente quella marchio Carrefour Bio.

Galletta di riso - Fonte Pexels
Galletta di riso – Fonte Pexels

Il motivo, purtroppo, è la presunta contaminazione di micotossine nell’alimento e per questo sono stati invitati tutti i clienti anche a restituire il prodotto tornando in negozio dopo aver riscontrato che il proprio pacchetto fa parte dello stesso lotto – ovvero R22159A e R22160A.

Micotossine: cosa sono e che sintomi comportano

Le micotossine sono dei composti tossici per l’uomo comprendenti vari tipi di funghi che possono portare a sintomi piuttosto gravi se ingeriti in grandi quantità (come può avvenire per una confezione di gallette.

In particolare si segnalato disturbi gastrointestinali ma anche danni al fegato o ai reni. Ad essere colpito possono essere anche sistema nervoso, immunitario e ormonale – considerando che il consumo prolungato nel tempo può rendere questi danni irreparabili e di natura cronica.

Solitamente i funghi presenti con maggior frequenza in questi composti sono aflatossine, tossine T-2 e HT-2, ocratossine e patulina e ad essere colpiti solitamente sono proprio i prodotti cerealicoli (come il riso delle gallette), le spezie e alcuni tipi di frutta secca.