Buoni spesa oltre i 150 euro, affrettati a fare la domanda e rimasto poco tempo

È arrivata una novità interessante: dei nuovi buoni spesa in questo ottobre 2022. Scopriamo tutto quello che c’è da sapere e come funzionano!

Non tutti sanno che ci sono alcuni comuni italiani che hanno confermato la possibilità di ottenere dei buoni spesa che possono arrivare anche fino a 180 euro a nucleo familiare. Basta avere dei requisiti specifici: scopriamo insieme cosa serve!

Buoni spesa oltre i 150 euro, affrettati a fare la domanda e rimasto poco tempo (1)
(Fonte: AdobeStock)

La scadenza per questa iniziativa è il 31 ottobre 2022, fino a questa data è possibile inoltrare la richiesta: ma scopriamo insieme cosa occorre nel dettaglio.

Buoni spesa: come funzionano

I buoni spesa tornano anche questo mese, basta compilare la domanda online tramite il portale del comune di residenza. Alcuni comuni italiani partecipano a questa iniziativa che si pone come obiettivo quello di sostenere le famiglie che hanno un Isee basso.

Come anticipato, l’importo può toccare anche i 180 euro a nucleo, basta che questo sia numeroso e abbia i requisiti del bando del comune. Ecco nel dettaglio i requisiti per fare domanda!

Domanda per i buoni spesa

Il periodo richiede un sostegno dello stato per tutte quelle famiglie in difficoltà, soprattutto per garantire beni come la spesa. Tendenzialmente a seconda dell’Isee e al numero dei membri della famiglia che fa richiesta si possono ottenere dei buoni che possono essere usati direttamente nei supermercati o nei piccoli negozi.

Buoni spesa oltre i 150 euro, affrettati a fare la domanda e rimasto poco tempo
(Fonte: AdobeStock)

Il prezzo di questi buoni è variabile, l’erogazione è bisettimanale, con la durata di 4 settimane totali.
Per ottenere il buono spesa basta avere un reddito netto che derivi da un lavoro o da altre entrate nell’anno 2021 che non superi ai 30.000 euro. Inoltre è necessario non avere altre finanze che superino i 3000 euro.
Le modalità possono cambiare a seconda del comune, per esempio nel 
Comune di Grottaglie la famiglia che fa domanda non dovrà avere contributi statali che superino i 500 euro al mese.

Sono ammesse domande anche da parte di coloro che hanno già beneficiato dei voucher spesa nei mesi precedenti, ma la precedenza nella graduatoria andrà alle famiglie che non hanno mai percepito gli aiuti. Ci si basa sulla fascia a seconda del nucleo familiare e se si percepiscono altri sostegni statali.