Phon per capelli, sapete quanto consuma realmente? Meglio andare a fare una messa in piega dal parrucchiere!

Il phon per capelli è l’elettrodomestico che usiamo di più, ma conosciamo davvero i suoi consumi a livello energetico?

Il phon potrebbe sembrare un’elettrodomestico innocuo, così agile e piccolo, ma non tutti sanno che uno di quegli apparecchi che consuma tantissimo. Parliamo spesso di risparmio energetico e di usare trucchetti per arginare le spese: ma prima di pensare in grande dovremmo iniziare dalle piccole cose: come appunto l’asciugacapelli.

Phone per capelli, sapete quanto consuma realmente? Meglio andare a fare una messa in piega dal parrucchiere!
(Fonte: AdobeStock)

Quando ci arriva una bolletta particolarmente gravosa, il primo pensiero va ai soliti grandi elettrodomestici, ma se il problema si annidasse all’interno di quel piccolo aggeggio?

Il phon: un consumo energetico che non ti aspetteresti

Quando l’asciugacapelli è collegato alla corrente, l’energia elettrica aziona il motore, la ventola e la resistenza. I due momenti in cui c’è un grande dispendio energetico è proprio nel momento dell’attivazione del motore e della resistenza.

Le caratteristiche che alzano i consumi di questo apparecchio sono la potenza  e la durata. La potenza è la quantità di energia che l’apparecchio assorbe, si esprime in watt, solitamente è un dato indicato vicino alla griglia. Tendenzialmente la potenza si aggira tra i 600 watt e 2.400 watt, differenza che segue i diversi modelli in commercio.

Quale modello di asciugacapelli conviene

Ad oggi esistono diversi modelli di fascia media che permettono di impostare la temperatura e il flusso d’aria. Scegliendo una temperatura bassa il phon consumerà meno energia! In secondo luogo, bisogna considerare il tempo di utilizzo: è importante quanto la potenza. La durata è considerata in ore e per sapere l’effettivo consumo basta fare una semplice operazione. Ovvero moltiplicare la potenza per le ore di accensione.

Onestamente, il phon è un elettrodomestico di cui non potremmo proprio fare a meno, in particolare con la stagione fredda. Ma esistono dei metodi per risparmiare. Come anticipato, partendo dal modello da comprare: molti apparecchi hanno una capacità di risparmio energetico e modelli chiamati phon agli ioni. Questi ultimi sono modelli che riducono il tempo di asciugatura grazie agli ioni negativi che dividono le molecole dell’acqua, permettendo a queste di essere assorbite più velocemente.

Phone per capelli, sapete quanto consuma realmente? Meglio andare a fare una messa in piega dal parrucchiere!
(Fonte: AdobeStock)

Inoltre è bene ricordare che prima di iniziare ad asciugarli con l’apparecchio è bene che i capelli siano stati asciugati con l’asciugamano, è importante per ridurre il tempo di asciugatura con il phon. Inoltre per evitare picchi di consumo cerchiamo di non azionare il phon quando sono attivi altri elettrodomestici.