Lava e igienizza tutta la casa con questi prodotti naturali. Addio veleni, risparmi un sacco di soldi!

Lava e igienizza tutta la casa con questi prodotti naturali. Addio veleni, risparmi un sacco di soldi! Scopri quali sono i prodotti biologici indispensabili per la casa per fare quasi tutte le pulizie. Vediamo che effetto hanno, come usarli e alcune ricette fai da te per saponi efficaci, ecologici e naturali. pulizie prodotti naturali

Utilizzare alcuni materiali naturali per la pulizia casalinga ti permette di salvaguardare non solo l’ambiente ma anche la salute tua e della tua famiglia. Ma se non volessi preparare da solo i detersivi per la tua casa? In questo caso potresti sempre decidere di acquistare un buon prodotto cercando sul packaging il simbolo dell’Ecolabel, ovvero una margherita con il cerchio dell’Unione Europea. Questo simbolo contraddistingue i prodotti a basso impatto ambientale, disponibili nei supermercati.

Se vuoi essere sicuro di ciò che stai acquistando, puoi provare a leggere l’etichetta sul retro della bottiglia. Adesso al supermercato sono più facilmente reperibili prodotti che rispettano il PH della pelle, con tensioattivi non ionici. I tensioattivi non ionici si dividono in eteri ed esteri e tra i più diffusi puoi trovare ad esempio gli alcoli etossilati, gli ingredienti a base di sorbitolo, i tensioattivi esteri da flicolo glicerolo, gli alcanolamidi con le abbreviazioni MEA o Monoetanolamina e DEA o Dietanolamina e gli esteri di saccarosio.

Quindi le alternative ecosostenibili esistono e se ormai sei vuoi superare l’antica tradizione, questo articolo ti mostrerà come pulire la tua casa usando solo poche cose e nelle giuste combinazioni per rispondere ad ogni esigenza.

Usare prodotti biologici in casa: conviene?

L’acquisto di prodotti per la pulizia tradizionale incide sui costi, oltre a danneggiare l’ambiente. Ormai anche le pietre sanno che i rifiuti tossici dei detersivi chimici aggressivi che utilizziamo in casa come spray, deodoranti, anticalcare e candeggina contribuiscono pesantemente all’inquinamento ambientale. Inoltre, la pelle assorbe facilmente le cose con cui viene a contatto, quindi i prodotti chimici nei prodotti per la pulizia della casa possono provocare reazioni allergiche, intolleranze e talvolta malattie gravi come l’asma.

Vuoi sapere come sostituire questi prodotti con le loro alternative biologiche efficaci e sicure? Continua a leggere.

Prodotti biologici essenziali per la casa

prodotti bio pulizie

Per mantenere pulita la casa, a differenza di quello che spesso ci viene inculcato, basta usare pochi semplici prodotti. Bicarbonato, aceto, acido citrico e acqua calda saranno i tuoi alleati perché sono sufficienti per gestire quasi tutte le esigenze di pulizia.

Come usare il bicarbonato per detergere e deodorare

Il bicarbonato è la base per la detersione della casa. Si può usare in vari modi:

  • diluito in acqua per pulire pentole, griglie e teglie da forno
  • creare una crema usando poca acqua e strofinarlo sulle superfici macchiate o incrostate di calcare
  • spolverarlo sulle macchie dei vestiti
  • deodorare il frigo lasciandone una ciotola all’interno
  • sbianca i denti
  • sturare tubi diluendolo con 250 ml di aceto e 1 litro di acqua (non usare questa soluzione per scopi diversi da questo).

Come usare aceto per togliere calcare e igienizzare

L’alcol è il miglior disincrostante, un buon sapone e anche una leggera medicina. Può dissolvere diverse molecole, per questo motivo è considerata un detergente top. Bisogna però fare attenzione.

L’aceto NON va usato:

  • sulla pietra calcarea tipo marmo
  • sul parquet
  • non va usato in combinazione come bicarbonato, detersivi o candeggina perché corrode

L’aceto PUÒ essere usato:

  • per il lavaggio delle mani
  • per lucidare un padella usandolo in combinazione col sale da cucina
  • per togliere il calcare da lavandini e rubinetti in acciaio (usare una soluzione composta da 1 cucchiaio di aceto insieme a 120 ml di acqua e 120 ml di alcool denaturato)

Come usare l’acido citrico per sostituire 4 prodotti

L’acido citrico (presente naturalmente nel succo di limone) da solo piò svolgere ben 4 funzioni:

  1. anticalcare
  2. disincrostante
  3. brillantante
  4. ammorbidente

Puoi preparare uno spray anticalcare usando 150 gr di acido citrico in 750 ml d’acqua distillata. Provalo per il vetro della doccia, è ottimo! Anche per l’acido citrico attenziona a non usarlo sul marmo, sul rame e sull’ottone.

L’importanza dell’acqua calda

Ricorda che qualsiasi siano le pulizie casalinghe che effettuerai, l’acqua calda è la scelta migliore per attivare al meglio tutti gli ingredienti naturali che userai. Per pulire il pavimento, ad esempio, usa 5 litri di acqua calda insieme a 1 bicchiere di aceto.

Altri prodotti biologici e intelligenti per pulire

Se vuoi conoscere altri ingredienti per completare al meglio il tuo lavoro di pulizie, eccone alcuni. Vedremo anche quali sono alcuni strumenti utili come spugne e panni in microfibra.

Acqua ossigenata per disinfettare

L’acqua ossigenata non è utile solo per disinfettare le ferite, ma va bene anche per la pulizia di sanitari, vetro e piastrelle. Utilizza quella a 130 volumi o 36% che è più concentrata e usa sempre i guanti quando sei a contatto con essa. Non usarla su metallo, marmo e altre pietre naturali e ricorda di mescolarla in un contenitore di plastica.

Crea il tuo detergente mescolando in un contenitore di plastica 20 ml di detersivo per piatti neutro (tensioattivo),15 g di acido citrico anidro in polvere e 100 ml di acqua ossigenata a 130 volumi. Versa in un contenitore da 500 ml per riempire d’acqua.

Carbonato di sodio o soda

Il più comune è il Solvay ed è anche chiamato soda ed è più aggressivo del bicarbonato di sodio. Non è adatto come anticalcare ma può essere usato per:

  • pulire, disinfetare e decolorare
  • rimuovere lo sporco e le macchie dalle pentole
  • lavare ceramica, vetro, pavimenti e plastica (diluire 5 litri di acqua calda e 1 cucchiaio di soda)
  • aumentare l’efficacia del detersivo per lavatrice (1 cucchiaino nella vaschetta)
  • sbiancare i vestiti

NON va utilizzato direttamente su legno, terracotta e pietra calcarea e lavando lana e seta. Non combinarlo con acidi come aceto o acido citrico perché si annullano a vicenda.

Percarbonato di sodio

In acqua, diventa ossigeno attivo (acqua ossigenata) e carbonato di sodio, quindi può rimuovere macchie e sbiancare. La sua capacità aumenta con l’aumentare della temperatura, quindi è bene utilizzarlo a una temperatura di almeno 60° per renderlo efficace sulla biancheria. Puoi usarlo come:

  • detergente
  • antimicotico
  • antibatterico
  • sbiancante

Puoi cospargere lo sporco con la polvere, spruzzare un po’ di acqua tiepida e pulire dopo 10 minuti. Per sbiancare puoi mettere i vestiti in acqua tiepida con 1 cucchiaio di percarbonato per 2 ore. Per fare un prelavaggio di vestiti colorati basta un’ora. Puoi usarlo per lavare tutte le superfici, basta sciogliere 1 cucchiaio da tavola in 1 litro d’acqua e aggiungere 1 cucchiaio di sapone.

Oli essenziali come antisettici e profumi

Gli oli essenziali sono utilizzati per le loro proprietà antisettiche oltre che per le loro proprietà aromatiche. Per la pulizia si possono utilizzare oli essenziali di:

  • agrumi
  • lavanda
  • timo
  • tea tree
  • origano
  • cannella
  • eucalipto
  • chiodi di garofano
  • ginepro

Spugna di Luffa: provare per credere

spugna luffa

La luffa è una spugna vegetale che può essere coltivata in casa. Pertanto, è una risorsa rinnovabile al 100%. Appartiene alla famiglia delle Cucurbitaceae (zucca), ottima per pulire le superfici, le stoviglie e tutto il corpo.

Panno in microfibra: un classico riutilizzabile

La microfibra raccolglie lo sporco e se riutilizzato è utile per l’ambiente e per tutte le pulizie. Asciutti, consentono la rimozione della polvere senza un detergente. Bagnati con l’aggiunta di alcune gocce di aceto, detergono. Comprali di qualità perché si lavano velocemente e durano a lungo. Un’altra cosa a cui prestare attenzione è usare sempre guanti protettivi perché tutto ciò con cui entriamo in contatto, passa attraverso la pelle.

Ultimo consiglio: non create i vostri saponi in grandi quantità, soprattutto se costituiti da diluizioni di acqua. Quelli contenenti anche aceto o alcool durano di più.