È stata messa a punto da parte di tre studiosi dell’Università di Leida, nei Paesi Bassi, una specifica intelligenza artificiale con l’obiettivo di individuare alcuni possibili asteroidi pericolosi per le loro orbite. L’intelligenza artificiale chiamata HOI ha effettuato delle analisi a partire da un apposito database della NASA e ha individuato 11 asteroidi che potrebbero essere considerati proprio pericolosi per il nostro pianeta, visto che potrebbero colpire la Terra nello specifico in una finestra temporale compresa tra il 2131 e il 2923.

La scoperta grazie all’intelligenza artificiale

Grazie allo studio effettuato dagli astronomi dell’Università di Leida, è stato scoperto che 11 asteroidi attualmente considerati senza conseguenze per la Terra in realtà potrebbero colpire proprio il nostro pianeta in futuro. Infatti sembra che questi corpi celesti passeranno a soli 38.000 chilometri dalla superficie della Terra, una distanza che risulta più bassa di dieci volte rispetto alla distanza che separa il nostro pianeta dal suo satellite naturale, la Luna.

È da dire in ogni caso che non tutti gli asteroidi potrebbero essere considerati “potenzialmente pericolosi”, perché, perché sia presa in considerazione questa definizione, non serve soltanto un’orbita ravvicinata con il nostro pianeta. È fondamentale infatti che un corpo celeste di questo tipo abbia anche un diametro di 150 metri.

Le dichiarazioni del coordinatore della ricerca

Il dottor Portegies Zwart, che ha coordinato lo studio, ha dichiarato che è stato appurato che il metodo in questione per la ricerca del rischio collegato agli asteroidi pericolosi funziona.

È essenziale, secondo l’esperto, comunque approfondire lo studio con una rete neurale migliore. L’esperto ha spiegato anche l’aspetto più difficile consiste nel considerare le piccole incertezze nel calcolo, che potrebbero determinare modifiche importanti nelle conclusioni a cui si arriva.