La raccolta delle olive è una procedura molto delicata, che viene effettuata solitamente nel periodo autunnale in diverse parti del nostro Paese. L’obiettivo è la realizzazione dell’olio, uno degli ingredienti principali della nostra alimentazione quotidiana. Quando raccogliere le olive? La raccolta delle olive può avvenire solitamente alla fine di ottobre, ma a questa attività ci si può dedicare anche a novembre o a dicembre. Per quanto riguarda il periodo, tutto dipende dalla tipologia e dalla varietà delle olive e naturalmente anche dal clima della stagione.

Quando si raccolgono le olive

Quando si raccolgono le olive, quindi? Qual è il corretto periodo per la raccolta delle olive? Sicuramente bisogna tenere conto della maturazione delle olive stesse. La raccolta delle olive si può fare in periodi diversi a seconda dell’utilizzo che vogliamo fare di questi frutti. Ad esempio, per la realizzazione di olive da tavola, è possibile raccoglierle mature.

In alternativa è opportuno raccoglierle prima che avvenga completamente la maturazione, in modo da evitare di ottenere un olio che risulterebbe acido e che non metterebbe a disposizione le consuete proprietà nutritive.

È fondamentale quindi scegliere sempre il periodo più corretto per la raccolta delle olive, in modo da condizionare successivamente la qualità dell’olio che si andrà a produrre nel frantoio.

In generale possiamo dire che il periodo può essere quello compreso tra ottobre e anche il mese di gennaio. Nella scelta del mese più adatto alla raccolta di questo prezioso frutto concorrono diversi fattori.

Sicuramente ha un peso molto importante il clima dell’area geografica nella quale si coltivano le olive. Poi bisogna tenere in considerazione anche l’esposizione al sole degli alberi. Naturalmente è opportuno considerare anche la varietà delle olive e, come abbiamo già specificato, l’utilizzo che si vuole fare delle olive, scegliendo tra la possibilità di usare olive da tavola oppure da olio.

In seguito al processo di raccolta, quando sarà terminato il periodo di gelo della stagione invernale, è possibile effettuare la potatura degli alberi. Questo periodo può variare senza dubbio tra il mese di gennaio e quello di aprile.

Come raccogliere le olive

Come raccogliere le olive? Hai a disposizione differenti modalità per procedere alla raccolta delle olive. In tutti i casi devi tenere conto delle possibilità che hai dal punto di vista del budget, specialmente se decidi di ricorrere all’utilizzo di attrezzi di tipo meccanico o di macchine per la raccolta delle olive.

I mezzi disponibili per la raccolta sono veramente tanti. Naturalmente puoi decidere di raccogliere le olive anche a mano. La raccolta delle olive a mano è il metodo migliore sicuramente per poter contare su un’elevata qualità del prodotto finale.

Vediamo comunque alcune delle possibilità che hai a disposizione per effettuare questa raccolta nel migliore dei modi. Iniziamo proprio dal metodo di raccolta manuale, che è chiamato anche brucatura. In questo caso non dovrai fare altro che prendere una per una le olive dai rami.

Sfruttando questa modalità potrai scegliere le olive migliori, per fare in modo che tutte abbiano lo stesso grado di maturazione sulla base delle tue necessità. Inoltre puoi fare in modo che i frutti non siano danneggiate dal possibile utilizzo di strumenti meccanici.

Tieni però in considerazione che per utilizzare questo metodo è necessario impiegare più tempo e, se l’uliveto è molto grande, potresti riscontrare maggiori difficoltà in termini di tempo e di fatica da spendere.

Un altro metodo è rappresentato dalla bacchiatura. In questo caso vengono posizionate delle reti sotto gli alberi e vengono scossi i rami con dei bastoni, per far cadere le olive. In questo caso però bisogna tenere conto della possibilità di danneggiare le olive e i rami nel corso della raccolta.

Un’alternativa a questo sistema consiste nell’utilizzare uno strumento meccanico per scuotere i rami, il metodo chiamato appunto scuotitura. Solitamente questi mezzi hanno un motore a scoppio e risultano di una buona potenza.

È sempre bene evitare il metodo della raccattatura, che consiste nella raccolta delle olive direttamente da terra, quando si aspetta che i frutti cadano da soli dai rami degli alberi. In genere si tratta di un metodo da evitare, perché le olive potrebbero essere eccessivamente mature oppure si potrebbe trattare di frutti con muffa.

Gli strumenti utili per la raccolta

Per raccogliere le olive, quindi, come abbiamo visto, i metodi possibili sono veramente tanti. Naturalmente per effettuare questa operazione dobbiamo avere a disposizione degli strumenti adeguati, che possono essere d’aiuto nelle varie operazioni nel corso del lavoro di raccolta.

Sicuramente possono risultare utili le reti per uliveto, che vanno posizionate sotto gli alberi per facilitare la raccolta. Poi ci sono gli abbacchiatori, che possono essere elettrici oppure a scoppio.

Per quanto riguarda gli scuotitori, in genere si tratta di strumenti a scoppio, proprio per il fatto che richiedono una maggiore potenza per il loro funzionamento.

Ricordiamo che dopo la fase di raccolta è necessario mettere le olive in delle cassette di plastica apposite con fori. È opportuno non pressare le olive nelle cassette e procedere nel giro di poco tempo al loro utilizzo.

Quindi, se si raccolgono le olive per consumarle come frutti “da tavola”, è opportuno procedere immediatamente alla conservazione, scegliendo fra diversi metodi, come ad esempio il sottovuoto.

Se si vogliono ottenere olive da olio, è necessario portare le olive in un frantoio entro massimo 48 ore. L’ideale sarebbe procedere con la successiva fase entro 24 ore dopo il raccolto, per ottenere un prodotto finale di qualità.