Avere in casa o nel giardino delle piante che hanno bisogno di poca acqua può essere davvero importante. Specialmente con l’avvicinarsi della stagione estiva e in generale delle temperature più elevate, ci si rende conto che sarebbe fondamentale scegliere per la casa o per gli spazi esterni dell’abitazione delle piante con poca acqua.

Senza dubbio la possibilità di avere delle piante che non richiedono una cura molto dettagliata è apprezzata da molti. Esistono delle varietà di piante che non richiedono una quantità elevata di acqua per svilupparsi al meglio.

Un angolo verde con poca cura?

Spesso in molti sognano l’opportunità di realizzare un angolo verde in casa o di arricchire il giardino, ma si ha la paura di non avere molto tempo a disposizione per gestire la crescita corretta delle piante, che in genere hanno bisogno di costanti cure.

Esistono comunque delle piante che hanno bisogno di poca acqua e che sono in grado di resistere bene anche a delle temperature abbastanza alte, anche in relazione a dei possibili periodi di siccità. Vediamo di quali piante si tratta e alcuni consigli utili per una corretta cura di questi elementi naturali.

La lavanda, una pianta sempreverde

Una delle piante che possiamo scegliere, se abbiamo la necessità di sistemare il tutto in un’area esposta particolarmente ai raggi del sole, è sicuramente la lavanda. Stiamo parlando di fiori che possono essere adatti anche alle aiuole e che possono restare tranquillamente esposti ai raggi solari per molte ore durante la giornata, senza alcun problema di siccità.

La lavanda in particolare fa parte proprio di questa categoria. Si tratta di una pianta sempreverde con delle dimensioni non troppo ampie. Infatti può essere sistemata in modo opportuno per arricchire delle siepi o per formare delle bordure di aiuole caratterizzate da tante tonalità colorate.

In genere sarebbe opportuno innaffiare di frequente soprattutto in seguito all’impianto. Successivamente sarà possibile mettere dell’acqua in situazioni di clima secco, quando il terriccio è del tutto asciutto.

Il glicine, la pianta resistente al freddo

Un’altra opportunità che non si può trascurare è rappresentata dal glicine, una varietà di pianta rampicante, che consente, soprattutto nella stagione primaverile e in quella estiva, di arricchire di colori i giardini, ma anche ad esempio le recinzioni.

Sicuramente il glicine è una di quelle piante che hanno bisogno di poca acqua. Con dei fiori viola che sono raggruppati in veri e propri grappoli, sicuramente rende molto bello qualsiasi angolo del nostro giardino.

Tra l’altro è una pianta semplice da coltivare. Infatti necessita esclusivamente della presenza in un’area soleggiata e di un sostegno abbastanza solido per i rami. Non ha bisogno di cure molto precise in seguito, quindi non ci sarà la necessità di ricordarsi spesso di innaffiare questa pianta, che potrà crescere in modo preciso per lungo tempo.

Si tratta di una pianta sempreverde, che si adatta molto bene al nostro giardino e che riesce ad affrontare al meglio anche i periodi di siccità.

Il rosmarino, con fiori azzurri

Coltivare il rosmarino potrebbe essere molto interessante, anche per il fatto che si tratta di un ingrediente che può essere utilizzato in cucina per diverse preparazioni. Sicuramente anche in questo caso siamo in presenza di una delle piante che hanno bisogno di poca acqua.

Il rosmarino dal mese di marzo fino al mese di ottobre sfoggia dei fiori molto belli, che hanno un colore che va dall’azzurro al viola. Questi fiori sono riuniti in veri e propri grappoli.

Questa pianta è ideale per chi ha intenzione di arricchire ad esempio un terrazzo o un balcone con delle piante che si possono coltivare in vaso e che non richiedono una cura eccessiva. Il rosmarino in particolare è adatto anche alla stagione estiva e resiste molto bene anche se sistemato in dei luoghi particolarmente esposti ai raggi solari.

Per quanto riguarda la necessità di innaffiare questa pianta, l’acqua non dovrebbe essere fornita in modo costante nemmeno durante l’estate. Anche in questo caso bisognerebbe intervenire soltanto quando il terriccio in cui la pianta si trova è del tutto asciutto, per fare in modo di evitare dei ristagni idrici che potrebbero risultare pericolosi per la pianta stessa.

La bocca di leone, una pianta decorativa

Suggeriamo poi un’altra pianta molto interessante, una di quelle piante che hanno bisogno di poca acqua. Stiamo parlando della bocca di leone, che si configura come una pianta da vaso che è in grado di decorare il terrazzo o ad esempio il balcone grazie alle tonalità di colore variegate e molto delicate.

Questa pianta è caratterizzata proprio da alcune infiorescenze che assumono la conformazione di grappoli con una specifica forma che ricorda proprio una bocca.

Per fare in modo che la fioritura sia abbondante nel periodo della primavera, è fondamentale che la pianta sia esposta a diverse ore di sole durante la giornata. Si dovrebbe trattare di circa cinque ore al giorno, anche nella stagione invernale. Non bisogna però allo stesso tempo fornire molta acqua, limitando alle innaffiature soltanto quando realmente necessario.

La gazania, dai fiori molto colorati

Come non citare poi la gazania? Anche questa pianta è capace di decorare l’ambiente in cui si trova, assicurando degli ottimi colori, grazie alla presenza di fiori molto vistosi. Si tratta di un’altra tra le piante che hanno bisogno di poca acqua, allo stesso tempo non richiede molto concime e non ha delle dimensioni molto grandi, quindi può essere sistemata in qualsiasi spazio.

Nelle zone mediterranee del nostro Paese e in quelle sul mare a volte la gazania riesce a fiorire anche durante la stagione invernale. Per quanto riguarda il periodo di coltivazione più adatto per questa pianta, dovrebbe essere considerato quello della fine del mese di aprile, quando le temperature sono maggiormente miti.

La particolarità di questa pianta consiste nel fatto che chiude le corolle al tramonto o quando c’è una condizione di ombra eccessiva, oltre che nelle giornate di pioggia. Un’ottima pianta per arricchire i nostri spazi verdi, che fiorisce soprattutto se la pianta è esposta molto ai raggi solari.

Per decorare i nostri angoli domestici e quelli del giardino, non possono assolutamente mancare queste piante che abbiamo descritto.