I ricercatori dell’Università di Chicago hanno svolto uno studio che ha fatto riflettere sulle conseguenze negative dell’inquinamento atmosferico. Gli esperti infatti hanno raccolto dei dati sullo smog e hanno trovato i risvolti incredibili che ha sulla salute dell’uomo.

Che cosa hanno scoperto i ricercatori sugli effetti dell’inquinamento

La scoperta degli esperti dell’Università di Chicago sull’inquinamento è destinata a far parlare di sé, anche perché i risultati che hanno raggiunto gli scienziati sono stati sconcertanti.

Nello specifico gli studiosi hanno calcolato che l’inquinamento atmosferico è in grado di diminuire l’aspettativa di vita di due anni per ogni abitante della Terra.

Spesso non si pensa a questo fattore, ma secondo il rapporto degli universitari, se in tutti i Paesi del mondo i livelli di inquinamento scendessero sotto la soglia che è stata indicata anche dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, si guadagnerebbero mediamente 1,9 anni di vita per ogni individuo.

Il confronto con la minaccia dell’epidemia di coronavirus

Gli esperti hanno sottolineato che spesso si fa parecchia attenzione a dei fatti che coinvolgono a livello mondiale, come il caso dell’epidemia di coronavirus che ormai ha risvolti globali. Eppure, secondo gli scienziati, ci sono anche molte altre questioni da considerare.

L’effetto negativo dell’inquinamento sulla salute dell’uomo, nel mettere a repentaglio la sua stessa vita, è destinato a durare anche quando saranno finite le conseguenze della pandemia.