Le energie rinnovabili continuano ad avere il loro valore e sono soggette ad un incremento sempre maggiore. Nemmeno la pandemia di Covid 19, a differenza di quanto pensavano alcuni, è riuscita a fermare l’ascesa del ricorso a questa forma di energia pulita. Per il 2020, anche se ci sono molte difficoltà legate alla situazione epidemiologica, si calcola che il 90% della nuova potenza installata in tutto il mondo si baserà proprio sulle fonti pulite.

Perché cresce il ricorso alle energie rinnovabili

L’IEA, l’agenzia dell’OCSE per l’energia, ha pubblicato a proposito delle energie rinnovabili un rapporto molto interessante. Gli esperti sono convinti che nel corso del 2020 la nuova potenza di energia rinnovabile potrà raggiungere i 200 gigawatt.

I Paesi più interessati da questa spinta alle fonti green sono soprattutto Stati Uniti e Cina. Gli esperti ritengono che le motivazioni che spingono al ricorso alle energie rinnovabili sono tante. In maniera particolare nell’ambito della politica e dell’imprenditoria si diffonde sempre più la consapevolezza di come sia essenziale ricorrere alle fonti pulite per ridurre le emissioni nocive e fermare così il riscaldamento globale.

Gli altri combustibili sono sempre meno diffusi

Di fronte a quella che è una vera e propria ascesa inarrestabile delle energie rinnovabili, gli altri combustibili sono soggetti ad un processo di “affaticamento”. Quest’anno si utilizzerà soltanto il 10% di energia proveniente da gas e carbone.

Seguendo questa tendenza nel 2025 le rinnovabili potrebbero diventare la nuova fonte di energia più utilizzata a livello globale, superando le fonti fossili. Gli esperti suggeriscono che fra le fonti rinnovabili è in una posizione di vera crescita soprattutto il solare.