L’inquinamento atmosferico è dannoso e questo rappresenta un dato di fatto. Ma addirittura pare sia in grado di danneggiare ogni organo e praticamente ogni cellula del corpo umano, secondo una nuova ricerca su base internazionale.

Effetti collaterali gravi su tutto l’organismo umano

La ricerca mostra danni da testa a piedi. L’inquinamento è responsabile di malattie cardiache e polmonari, inficia su diabete e demenza. Ma causa anche problemi al fegato, cancro alla vescica. Senza contare ossa fragili e pelle danneggiata. Fertilità, feti e bambini sono anche contaminati dall’aria tossica.

Il danno sistemico è il risultato di inquinanti che causano l’infiammazione. Quest’ultima poi si riversa attraverso il corpo e le particelle ultrafini vengono trasportate intorno al corpo dal flusso sanguigno.

Cosa propongono i ricercatori contro l’inquinamento atmosferico?

Il professor Dean Schraufnagel, dell’Università dell’Illinois di Chicago e che ha diretto le recensioni, ha dichiarato: “Non sarei sorpreso se quasi tutti gli organi fossero colpiti”.

Non a caso esistono più di 70.000 articoli scientifici atti a dimostrare che l’inquinamento atmosferico stia danneggiando la nostra salute.

Il modo migliore per ridurre l’esposizione è controllarlo alla fonte. La maggior parte dell’inquinamento atmosferico deriva dalla combustione di combustibili fossili per generare elettricità, riscaldare abitazioni e per il trasporto di energia.

C’è bisogno di lavorare su questi fattori in modo molto drammatico. Al mondo in tutte le megalopoli i cittadini respirano aria tossica. E, con tutte le tonnellate di prove che sono state raccolte, nessuno potrà mai dichiarare di essere all’oscuro di questa terribile piaga.