Lo scoiattolo è un animale che rientra nella specie Sciurus vulgaris. Ma cosa mangiano gli scoiattoli? Non basta sapere infatti soltanto i riferimenti scientifici di questa specie animale. In genere è chiaro che questi animaletti si nutrono di ciò che trovano in natura.

A volte però può capitare di ritrovarsi a prendersi cura di uno scoiattolo, magari perché è ferito o perché lo si è salvato da un pericolo e quindi è molto importante chiedersi che cosa mangiano gli scoiattoli, per poter provvedere più specificamente alla loro nutrizione.

Spesso anche in televisione vediamo che gli scoiattoli si nutrono di noci e di ghiande. Tuttavia questo potrebbe corrispondere soltanto ad un luogo comune, perché, se veramente vuoi sapere cosa mangiano gli scoiattoli, dovresti riflettere sul fatto che la loro dieta è molto più varia di quanto si possa pensare. Andiamo a vedere più nei dettagli.

La frutta e la verdura per l’alimentazione

Come abbiamo detto, spesso alcuni luoghi comuni ci portano a pensare che gli scoiattoli si nutrano soltanto di noci. Sicuramente la frutta secca costituisce un tipico cibo di cui si nutrono questi animali. In generale però dobbiamo dire che tutta la frutta e le verdure costituiscono degli elementi di riferimento essenziali per l’alimentazione degli scoiattoli.

Ma cosa mangiano gli scoiattoli più esattamente? In natura essi si nutrono di noci, nocciole, funghi, ghiande. Fanno scorta di tutte queste provviste durante l’estate, per poi averle a disposizione anche nelle altre stagioni, soprattutto nei periodi in cui questi prodotti alimentari non abbondano.

Altri tipi di frutta che piacciono agli scoiattoli sono costituiti dalla banana, dalla mela, dalla pera, dalla pesca, dalla fragola e dalla ciliegia. In realtà però non dovresti darne più di due volte a settimana, perché l’eccessiva quantità di frutta, con il suo elevato quantitativo di zuccheri, potrebbe causare agli scoiattoli dei problemi di disidratazione determinata dall’eventuale diarrea.

Per quanto riguarda le verdure, possiamo dire che gli scoiattoli si nutrono soprattutto, fra gli ortaggi preferiti, di broccoli, cetriolo, carote e cavolfiore.

L’apporto di legumi e di proteine

Stiamo tentando, in questo articolo, di capire cosa mangiano gli scoiattoli. Oltre infatti ai semi e alla frutta secca e alla frutta e alla verdura di cui abbiamo parlato precedentemente, potrebbero rientrare nella dieta quotidiana di questi animali alcuni legumi, come per esempio le lenticchie, i piselli, i fagioli e le fave. In generale questi legumi sarebbero da preferire freschi e non secchi.

Già i legumi costituiscono un buon apporto di proteine vegetali, ma devi sapere anche che a volte gli scoiattoli, se ti interessa comprendere più a fondo cosa mangiano gli scoiattoli, ricavano l’apporto di proteine anche da fonti animali. Per esempio si possono nutrire di uova che rubano dai nidi degli uccelli e mangiano anche alcuni insetti.

Indicazioni e consigli per alimentare uno scoiattolo

Ci sono alcune regole da rispettare per provvedere all’alimentazione di uno scoiattolo. Infatti, dopo aver visto cosa mangiano gli scoiattoli più nel dettaglio, vogliamo darti dei consigli particolari che ti possono essere utili, soprattutto per evitare le carenze nutrizionali che potrebbero interessare questi animali.

Innanzitutto ti consigliamo di stare attento alla porzione giornaliera del cibo, che, in genere, per essere abbastanza equilibrata, dovrebbe essere compresa tra i 20 e i 25 grammi. Meno di questa dose potrebbe essere insufficiente, ma se condotta in eccesso potrebbe portare lo scoiattolo a soffrire di obesità.

Quando dai da mangiare semi e noci, offrili con il guscio. Infatti non devi dimenticare che i denti dello scoiattolo sono in crescita costante e il fatto che l’animale possa sbucciare questi alimenti gli permette di smussarli in modo regolare. Se crescessero troppo, potrebbero costituire un problema di non poco conto.

La frutta deve essere data quando è già matura e soprattutto ricordati di darla da mangiare a temperatura ambiente. Quella fredda non soltanto non è particolarmente gradita dagli scoiattoli, ma può causare anche dei problemi a livello di digestione.

Quando dai da mangiare la frutta o le verdure a questi animaletti, ricordati di lavare tutto per bene, per eliminare eventuali tracce di presenza di pesticidi.

Quando uno scoiattolo è piccolino, devi controllare in maniera abbastanza frequente se appare disidratato. Lo puoi verificare se, toccando una parte della sua pelle, l’animaletto ha la cute raggrinzita. Quindi in questo caso puoi fargli bere dell’acqua somministrandola in gocce, come per esempio con un contagocce o con una piccola siringa.

Per gli scoiattoli molto piccoli in genere il veterinario prescrive l’assunzione di acqua elettrolitica e di latte in polvere. Tieni conto del fatto che uno scoiattolo appena nato dovrebbe essere nutrito circa ogni due ore con più o meno 20 gocce di latte.

Soltanto quando riuscirà ad aprire gli occhi e noti che diventa più attivo anche nei suoi movimenti, puoi aumentare la quantità di cibo a sua disposizione, aumentando anche la distanza tra un pasto e l’altro, che può passare tranquillamente a circa tre ore.