L’inverno è finito e la primavera è arrivata. Per chi ha un giardino, non vede l’ora di poter godere della bellezza del mondo esterno e dei fiori che sbocciano. Il pensiero del cambiamento delle temperature, insieme alla gioia di essere in grado di dare vita a qualcosa, saranno un’ottima scusa per attivare il nostro pollice verde.

Se abbiamo quindi uno spazio all’aperto, non è così difficile riuscire ad abbellirlo. Come prima cosa bisogna cercare un punto preciso del giardino da dedicare alla coltivazione, che sia esposto al sole e sia vicino a una fonte d’acqua.

Aria di pulizia

Non è solo l’interno della nostra casa che beneficerà di una pulizia annuale, ma anche lo spazio esterno. In tal modo le serate più leggere e le giornate più calde saranno vissute con gioia sotto la luce delle stelle. Non passerà molto tempo prima che la promessa di un bicchiere di vino post-lavoro e di un barbecue in giardino diventi una piacevole realtà.

Ma dopo un lungo inverno freddo, il nostro giardino ha bisogno di cure e attenzione per farlo apparire al meglio. Partendo da un piccolo patio per passare poi ad un enorme cortile, ci sono davvero tanti gesti da effettuare per entrare nel vivo e prepararsi per i mesi estivi.

Proprio come una pulizia primaverile o un importante aria di rifacimento, abbellire il giardino è un grande lavoro, meglio suddiviso in compiti.

Si potrebbe iniziare a preparare tutto ciò che concerne le strutture del giardino, tra aiuole e recinzioni. In tal senso, si potrebbe dipingere la lavorazione del legno con una macchia o vernice protettiva per un aspetto più fresco.

L’applicazione della vernice e la nuova concimazione

Per quando concerne la vernice, dovremo dare una mano fresca su pareti, tettoie e porte. Per un cambio radicale di colori, si può provare a utilizzare un blu intenso, un rosa più strong o una tinta arancio calda su qualsiasi superficie di sfondo.

A questo punto siamo pronti per zappare il terreno e rimuovere le erbacce. Il passo successivo è quello di versare del fertilizzante e applicare uno spesso strato di pacciame per trattenere l’umidità e aiutare a tenere a bada le future infestanti.

Ora è il momento ideale per piantare nuove aggiunte al nostro giardino, con radici che si stabiliscono rapidamente con il caldo dei terreni all’inizio della primavera.

La potatura delle piante

Dopo una stagione invernale umida e ventosa, alcune piante necessiteranno di rifilature, potature arbustive a fioritura estiva. Questo per incoraggiare una nuova crescita. Incoraggiare cioè una nuova forte fioritura vibrante per il prossimo anno.

Ora che abbiamo dato una rinfrescata alla piante liberandosi delle erbacce, è ora di donare alle aiole un nuovo aspetto. Bisogna cioè togliere tutta la secchezza per lasciare vivido lo spazio verde, aggiungendo uno strato di ghiaia sul terreno.

Preparare il prato per la primavera

La primavera è un momento cruciale per la cura del prato. Quel lavoro di freschezza determinerà se per estate avremo o meno un giardino ad hoc. Pertanto, dovremo preparare il terreno per la semina in aprile affinché si dia al nuovo prato il tempo di stabilirsi prima dell’arrivo dell’estate. Aspettando tuttavia che il terreno sia fresco e asciutto prima di iniziare ad evitare la compattazione del terreno.

Rastrellare l’erba in profondità per rimuovere le lame morte e la paglia, in modo che ogni nuovo seme o fertilizzante possa penetrare correttamente. Una volta coltivato, assicurarsi che l’area sia ben salda e pronta per la semina. Il tipo di seme di un prato dipende da come abbiamo deciso di utilizzare lo spazio verde. Considerare l’aspetto e soprattutto l’utilizzo che faremo del verde.

Se lo spazio è ombreggiato, scegliere un angolo misto tra sole e ombra. Se il prato viene pestato spesso per il passaggio, può essere usato per giocare, organizzandolo in un set di colore dal mix strong.