Il riscaldamento globale e i cambiamenti climatici preoccupano sempre di più. Sentiamo spesso la preoccupazione degli esperti, che ci dicono come la situazione stia man mano peggiorando nel corso degli anni. La notizia di queste ore è il caldo record che è stato registrato nell’arcipelago delle isole Svalbard, in Norvegia. A preoccupare è proprio la temperatura che è stata registrata, un valore corrispondente a ben 21,2 gradi.

La temperatura più alta in 40 anni

Ad annunciare il caldo record in questo arcipelago artico è stato l’Istituto norvegese che si occupa del meteo. Nello specifico è stato sottolineato che si tratta della temperatura più elevata che è stata registrata nel corso degli ultimi 40 anni.

Un vero e proprio record, che si avvicina al valore massimo mai registrato, quello di 21,3 gradi, che è stato rilevato il 16 luglio 1979 e che è il più alto da quando sono iniziate le registrazioni della temperatura in questo luogo.

Il rapporto Clima a Svalbard 2100

Questa ondata di caldo dovrebbe avere una durata di qualche giorno, secondo quanto affermano gli esperti, ed è un valore molto elevato rispetto alla media della stagione.

Consideriamo infatti che nel mese di luglio, quello più caldo in questa zona del mondo, in genere si dovrebbero registrare tra i 5 e gli 8 gradi Celsius.

La responsabilità anche in questo caso è delle emissioni da parte dell’uomo, che potrebbero portare la temperatura in questo luogo in media di 7-10 gradi in più nel corso degli anni che vanno dal 2070 al 2100. A dirlo è un rapporto sul caldo record effettuato dagli esperti in Norvegia, denominato Clima a Svalbard 2100.