Come fare una frittura senza olio e grassi, il trucchetto che non ti aspetti

La frittura è uno dei piaceri che amiamo più concederci ed è possibile riuscire ad ottenerne una gustosa senza olio né grassi.

Come spesso accade in cucina, basta poco per ottenere risultati più che soddisfacenti con trucchetti assolutamente più leggeri e salutari.

Frittura - Fonte AdobeStock
Frittura – Fonte AdobeStock

Tra i vizi a cui proprio non possiamo rinunciare c’è sicuramente la frittura, metodo di cottura gustosissimo ma da utilizzare con moderazione. Gli esperti infatti non solo hanno spiegato più volte che si tratta di una cottura piuttosto calorica, ma se consumata eccessivamente fa anche male alla salute.

C’è però un interessante trucchetto che possiamo mettere in pratica e deriva addirittura dalla cucina molecolare – sempre molto attenta a trovare sistemi alternativi per cucinare le pietanze. Vediamo quindi cosa possiamo fare per ottenere una frittura senza olio né grassi!

Frittura senza olio o grassi: l’ingrediente segreto che vi cambierà la vita

Se state cercando un modo alternativo per realizzare una frittura gustosa un po’ più “light” – quindi senza grassi e senza olio – sappiate che la friggitrice ad aria non è l’unica valida alleata per le vostre pietanze. In cucina molecolare infatti, ormai da molto tempo – si utilizza un ingrediente assolutamente incredibile per ottenere una frittura croccante e salutare.

Frittura con glucosio in polvere - Fonte AdobeStock
Frittura con glucosio in polvere – Fonte AdobeStock

L’elemento segreto è il glucosio in polvere – un estratto dell’uva che ha la capacità di fondere tra i 160 e i 190° senza diventare caramello come lo zucchero normale. Si tratta di un ritrovato ampiamente utilizzato non solo nella cucina molecolare, ma anche in pasticceria per legare al meglio gli alimenti ed evitare la cristallizzazione dei dolci che devono essere riposti in freezer.

Vi ricordiamo però che per la frittura non si possono utilizzare altri tipi di glucosio ma solo quello in polvere, l’unico in grado di arrivare a 160 gradi senza correre il rischio di rovinare gli alimenti. Attenzione però a non superare i 190°, dal momento che a quel punto si caramellizza e inizia a fumare.

Come utilizzare il glucosio in polvere per la frittura

Trattandosi di un buon conduttore di calore è in grado di ridurre i tempi di cottura ma rendere gli alimenti croccanti al punto giusto. Utilizzarlo può sembrare complicatissimo ma si tratta di un prodotto molto semplice da “maneggiare”. Tutto quello che dovrete fare è metterlo in una pentola e scaldarlo finché non si sarà sciolto. Come anticipato non diventerà caramello ma fondendo diventa del tutto trasparente.

Frittura con glucosio in polvere - Fonte AdobeStock
Frittura con glucosio in polvere – Fonte AdobeStock

Arrivati a questo punto sarà pronto per immergere l’alimento da friggere – che andranno mescolati fino a raggiungere la doratura tipica della corretta frittura. Dopo questo passaggi potrete togliere dal fuoco i cibi fritti sollevandoli con una schiumarola e poggiandoli sulla carta da cucina per eliminare l’eccesso di glucosio.

Se avete paura che la vostra frittura possa diventare troppo dolciastra potete aggiungere nella pentola due foglie di porro oppure avvolgere l’alimento in questione nelle foglie di lattuga.