Bonus 3.000 euro: chi saranno i fortunati che ne potranno beneficiare

Il costo della vita è notevolmente aumentato ma il governo ha previsto dei bonus da 300 euro, ecco chi saranno i fortunati che ne potranno beneficiare.

Arriva un nuovo sostegno per le famiglie in difficoltà a causa del caro bollette e dell’inflazione (che ha portato i pressi alle stelle).

Bonus sullo stipendio - Fonte AdobeStock
Bonus sullo stipendio – Fonte AdobeStock

Con il nuovo Decreto Aiuti sono state previste ulteriori agevolazioni per i lavoratori, che in questo momento si trovano a fronteggiare sia l’inflazione che il caro bollette. La nuova misura, che prevede bonus che potranno toccare anche i 3.000 euro, sarà quindi destinata a tutti i lavoratori che presentano determinati requisiti. Vediamo insieme di cosa di tratta con esattezza.

Bonus da 3.000 euro: a chi è rivolto e come funziona

Arriva un nuovo bonus per i dipendenti, con somme che possono arrivare anche a 3.000 euro. Lo prevede il nuovo Decreto Aiuti, grazie al quale è stata alzata la soglia dell’esenzione fiscale per i fringe benefit aziendali – con l’obiettivo di contrastare i problemi causati dall’inflazione.

Bonus per i dipendenti - Fonte AdobeStock
Bonus per i dipendenti – Fonte AdobeStock

Nei prossimi mesi dunque si passerà da 600 euro fino alla soglia su menzionata al fine di far aumentare gli stipendi anche attraverso il rimborso delle bollette domestiche. Questo sostegno riguarderà solo i dipendenti che lavorano in aziende che operano nel settore privato – escludendo quindi le pubbliche amministrazioni.

La misura è molto semplice e prevede che sul contributo, se riconducibile al pagamento delle bollette o a una forma di welfare aziendale, non siano applicabili imposte di alcun tipo perché non è da considerare reddito imponibile.

Bonus da 3.000 euro, come sarà strutturato

Le utenze che possono essere interessate sono tutte quelle che riguardano gli immobili ad uso abitativo, anche se non vi è stata stabilita la residenza o il domicilio. Rientrano inoltre anche le spese condominiali – nella quota però ovviamente spettante al singolo condomino.

Bonus per le utenze - Fonte AdobeStock
Bonus per le utenze – Fonte AdobeStock

Per ottenere i fringe dei benefit non si deve presentare alcuna domanda ma tutto è rimesso nelle mani delle aziende – sta quindi all’impresa privata offrire o meno questo bonus ai propri dipendenti.

A tal proposito purtroppo Confindustria non è particolarmente ottimista e prevede che non solo interesserà pochissimi dipendenti ma anche che molte aziende, a causa dell’inflazione, non saranno in grado di garantirli ai propri dipendenti.