Bonus pensionati: come verificate se è avvenuto il pagamento di 150 euro

Con la mensilità di novembre, per come previsto, tutti gli aventi diritto tra i pensionati dovrebbero aver ricevuto il bonus di 150 euro. Vediamo come fare per verificarlo, e anche cosa fare in caso in cui lo stesso bonus non sia stato ricevuto.

Introdotto con il Decreto Aiuti Ter a fine settembre, il bonus è da definirsi un aiuto in forma ridotta, e rivolto ad una selezione ristretta di beneficiari. E’ fondamentalmente una misura posta a contrasto del caro prezzi.

Per molti pensionati previsto il bonus da 150 euro: come verificare l’avvenuta erogazione? – newsecologia.it

Per riceverlo bisogna corrispondere a determinati requisiti: residenza in Italia, titolarità su trattamenti pensionistici in forma obbligatoria (uno o più), ivi comprese le pensioni d’invalidità. Ma anche pensioni o assegni sociali e trattamenti di accompagnamento alla pensione.

Altro requisito, ovviamente, il reddito assoggettabile Irpef, che non dovrà superare la soglia pari a 20.000 euro per l’anno precedente. Da precisare che si escludono dal calcolo di esso il reddito della casa in cui si abita, i trattamenti di fine rapporto in ogni modo denominati, ed eventuali spettanze arretrate sulla pensione che saranno sottoposte a tassazione separata.

La ricezione del bonus da 150 euro per gli aventi diritto

Come controllare l’effettiva erogazione dall’Inps? E come segnalare all’ente un’eventuale mancata erogazione? – newsecologia.it

La percezione del suddetto bonus va inteso che la stessa sia avvenuta automaticamente con la retribuzione pensionistica di novembre, per gli aventi diritto. Per come l’Inps specifica, i beneficiari vengono informati sul medesimo cedolino di pensione. Quindi, per rendersi conto se il bonus sia stato percepito o meno senza alcun dubbio, bisogna innanzitutto far caso alla presenza della voce “Ind. Una tantum D.L. Aiuti ter” sul cedolino di pensione.

A tale voce corrisponderà ovviamente l’importo prescritto, di 150 euro. Si può inoltre verificare nella propria area riservata del sito dell’Inps, sempre dopo che sia avvenuto l’accesso con Spid, Carta Nazionale dei Servizi o Carta d’Identità elettronica. In alternativa ci si può registrare e accedere con il pin rilasciato in fase di registrazione. Laddove la prestazione non sia stata ricevuta come previsto, si dovrà contattare l’Inps e richiedere l’erogazione della somma. Per farlo, vi è l’apposito contact center da contattare gratuitamente, al numero verde: 803 164. Oppure da cellulare, al numero 06 164 164 (al costo della tariffa applicata dai diversi gestori).