Mangiare nella propria auto comporta una multa da capogiro: cosa dice la legge

Quando si devono fare lunghi tratti in strada spesso se ne approfitta per mangiare un boccone. Non fatelo, mangiare nella propria auto comporta una multa da capogiro.

Il Codice della Strada è molto preciso al riguardo, non è possibile consumare alcun tipo di cibo mentre si è alla guida.

Mangiare alla guida in viaggio - Fonte AdobeStock
Mangiare alla guida in viaggio – Fonte AdobeStock

Chi viene “pizzicato” alla guida mentre cerca di mangiare un boccone in previsione di un lungo viaggio può rischiare sanzioni piuttosto pesanti. Ecco cosa dice la legge in merito e quanto può essere salata la multa che vi verrà fatta.

Multa se mangiate in auto: cosa dice il Codice della Strada

Vi siete messi alla guida e dovete fare un lunghissimo tragitto. Ad un certo punto può salire una certa fame e, per non fermarvi all’autogrill e perdere minuti preziosi, decidete di mangiare qualcosa mentre siete alla guida.

Donna mangia in auto - Fonte AdobeStock
Donna mangia in auto – Fonte AdobeStock

Ebbene, purtroppo questa situazione non è prevista dalla legge e, anzi, se venite colti in fallo potete rischiare una multa piuttosto salata. In particolare possono essere previsti da un minimo di 41 euro fino a 338 euro.

Eppure, cercando bene in tutti gli articoli del Codice della Strada, non è scritto da nessuna parte l’esplicito divieto di mangiare mentre si è al volante. Tuttavia ci sono altre menzioni che possono far rientrare quest’abitudine nella categoria delle azioni vietate.

Codice della Strada, quali sono gli articoli che vietano di mangiare al volante

Non esiste dunque un articolo del Codice della Strada che vieti esplicitamente di consumare un panino o simili mentre si è alla guida. Tuttavia ci sono altri punti che chiariscono quali siano gli obblighi del conducente, per cui diventa chiaramente impossibile mangiare.

Ritiro cibo in auto - Fonte AdobeStock
Ritiro cibo in auto – Fonte AdobeStock

In particolare l’articolo 141 il conducente ha l’obbligo di mantenere sempre il controllo del proprio veicolo per poter compiere tutte le manovre necessarie per la sicurezza stradale. Questo implica il divieto di compiere azioni che possono comportare distrazione o rallentare i riflessi. La pena se si viola questo articolo è una multa che va dai 41 ai 169 euro.

Inoltre, secondo l’articolo 169, il conducente deve avere la più ampio libertà di movimento per le manovre da effettuare. Una specifica al precedente articolo che sembra far riferimento specifico all’uso delle mani. La multa prevista in questo caso varia da un 85 fino a 338 euro.

In ogni caso, analizzando bene i due punto citati è evidente che le mani devono essere sempre sul volante – dunque non impiegate per altre azioni – e il conducente non deve avere distrazioni di nessun tipo. Per quanto, dunque, non sia esattamente vietato mangiare, rientra in un atteggiamento punibile.