Bollette del gas, le previsioni parlano chiaro, un forte risparmio in bolletta

Novità sul fronte del gas: pare che il suo prezzo scenderà a breve! Scopriamo tutti i dettagli e le motivazioni di questo cambiamento!

Ad oggi il prezzo del gas è ancora decisamente elevato, ma rispetto a settimane fa appare già diminuito.  Su questa scia sono previsti ulteriori riduzioni di prezzo. A tal proposito Arera, l’autorità che si occupa di regolare il mercato dell’energia, a novembre rivedrà in diminuzione i criteri di calcolo per le bollette del gas!

Bollette del gas, si prevede un forte risparmio in bolletta (1)
(Fonte: AdobeStock)

Revisione che non coinvolgerà però l’energia elettrica. Ma il cambiamento riguardante le bollette del gas sarà una vera e propria svolta per moltissime famiglie.

La svolta che arriverà per le bollette del gas

Ad oggi non è semplice stabilire quando le bollette scenderanno effettivamente. Questo dettaglio varierà a seconda degli sviluppi delle prossime settimane. Bisogna dire che nell’ultimo mese già si sono visti dei cambiamenti a livello di mercato europeo.

Basta considerare che il prezzo nel mercato del gas naturale di Amsterdam, piattaforma europea del trading di gas, è diminuito, passando da 370 in agosto e arrivando a 136 euro a megawattora ieri. Per quanto riguarda l’Italia, la somma il Psv, è diminuito da 315 euro alla fine di agosto a 80 euro ieri.

I motivi del calo

Le motivazioni che portano questo calo sono di natura strutturale. Una su tutte, la questione che alcuni paesi europei hanno concluso gli stoccaggi e ora non stanno più acquistando gas a qualunque prezzo. Motivo per il quale non rilanciano più senza sosta.

Bollette del gas, si prevede un forte risparmio in bolletta (2)
(Fonte: AdobeStock)

In più c’è la recessione industriale che sta arrivando e comporta una riduzione della domanda. Per concludere i promotori di alcune forme di tetto del prezzo del gas credono che l’avanzata del paragone europeo sta inducendo una frenata degli effetti speculativi sul mercato all’ingrosso del gas naturale .

Ma il periodo di crisi non è finito, al termine della stagione invernale si prefigurano dei problemi relativi alle quantità a disposizione. Dettaglio che dovrebbe spingere il nuovo governo a procedere verso politiche di sussidio verso un consumo differente.