Una specie rara vivente si aggira senza farsi vedere, ma non ha un habitat consono

Una specie davvero rara è stata scovata di recente che si aggira senza farsi vedere, purtroppo però non ha un habitat consono.

Bradipo sugli alberi - Fonte AdobeStock
Bradipo sugli alberi – Fonte AdobeStock

Nonostante i secoli di ricerca e classificazione condotti su tutte le specie, ancora non sappiamo tutto delle specie animali esistenti sulla Terra. A confermarlo è stata una recente ricerca, grazie alla quale gli esperti sono riusciti a classificare una nuova specie rara che finora si aggirava senza farsi troppo notare. Purtroppo però sembra che il suo habitat non sia esattamente adatto e per questo al momento è considerato a rischio.

Individuata una specie rara: di cosa si tratta

Lo scorso settembre è stata pubblicata una ricerca che ha davvero dell’incredibile: gli zoologi che studiano la regione della Foresta Atlantica in Brasile hanno finalmente confermato che i bradipi che abitano questa zona non sono tutti appartenenti alla stessa famiglia – quella del Bradypus torquatus, ovvero bradipo dal cappuccio – ma ne esiste un’altra che finora è stata confusa con la prima.

Bradipo - Fonte AdobeStock
Bradipo – Fonte AdobeStock

Dopo aver analizzato attentamente la tassonomia di questa seconda famiglia e dopo aver analizzato anche il patrimonio genetico – due processi che si sono rivelati affatto semplici – sono arrivati alla conclusione che in Brasile abita anche una specie chiamata Bradypus crinitus (ossia bradipo dalla criniera) – che si distingue visivamente soprattutto per il cranio più piatto, la mascella più arrotondata e gli zigomi più larghi dei loro cugini.

L’habitat dei bradipi è a rischio

Le due famiglie di bradipi vivono essenzialmente separati dal Rio Doce, facendo sì che il bradipo dalla criniera abiti a sud , mentre il bradipo dal cappuccio a nord del fiume. È soprattutto questo ad aver tenuto ben separati i rispettivi patrimoni genetici, facendo sì che queste due specie preservassero le loro peculiarità.

Ciò che però ha allarmato gli esperti non è certo la collocazione geografica di per sé quanto la frammentazione dei loro habitat, data soprattutto dalla deforestazione della zona – la foresta Atlantica purtroppo è oggetto ormai da tempo di questo processo. In poche parole il loro ambiente naturale si sta restringendo sempre di più e per questo ad oggi entrambe le famiglie di bradipi sono considerate fortemente a rischio.