Tubazione rotta. Chi paga? La ditta dei lavori, il proprietario o l’affittuario

Avete la tubazione rotta a causa di lavori di riparazione ma ora non sapete chi paga tra la ditta dei lavori, il proprietario o l’affittuario? Ecco la risposta.

Lavoratori - Fonte AdobeStock
Lavoratori – Fonte AdobeStock

Il vostro vicino di casa ha deciso di effettuare lavori di restauro o di riparazione ma alla fine è stata la vostra tubazione ad avere la peggio. Oltre la situazione estremamente antipatica da risolvere in sé, ora però è necessario capire chi deve pagare tra la ditta che ha effettuato i lavori, il proprietario o l’affittuario.

Danni alle tubature: chi paga?

Sempre più spesso succede che durante dei lavori di manutenzione o restauro si rompa una tubatura e che a pagarne le conseguenze sia un altro condomino. A quel punto nasce il dilemma su chi abbia la responsabilità dei danni e chi, dunque, deve risarcire la “vittima” della situazione.

Sentenze di questo tipo sono all’ordine del giorno e tutte chiariscono una cosa: ovviamente non è l’affittuario a dover pagare i successivi lavori di riparazione per rivolvere il problema che si è creato.

Lavori in casa - Fonte AdobeStock
Lavori in casa – Fonte AdobeStock

Una volta capito questo punto si passa al successivo: paga la ditta o il proprietario che ha richiesto i lavori? Secondo le decisioni prese dai tribunali che spesso si sono occupati di simili questioni, la responsabilità del danno non è dell’appaltatore a cui sono stati affidati i lavori – nonostante dopo la sottoscrizione del contratto specifichi che si assume tutti i rischi del caso.

Tubazione rotta, la responsabilità è del proprietario

In definitiva, quindi, la responsabilità è rimessa comunque al proprietario dell’abitazione; in una recente sentenza, ad esempio, la Corte di Cassazione ha sottolineato che non essendo possibile stabilire se effettivamente le tubature sono state danneggiate dalla ditta o perché già vecchie.

In ogni caso però, procede la sentenza, è sempre il custode che deve vigilare sui lavori proprio per evitare che i lavori non arrechino danni a terzi.  Inoltre la responsabilità di quest’ultimo non può affatto escludersi solo per aver affidato a terzi i lavori di restauro.

Lavoratore - Fonte AdobeStock
Lavoratore – Fonte AdobeStock

In poche parole dovete fare molta attenzione quando decidete di procedere con lavori nella vostra abitazione ed è quanto mai fondamentale controllare insistentemente lo stato di avanzamento della ristrutturazione.