Risparmiare acqua e tanti soldi con questi 3 trucchetti

Risparmiare acqua non è solo un gesto intelligente per il nostro pianeta, lo è anche per le nostre tasche: ecco qualche trucchetto che può fare al caso tuo.

Il bene più preziose che abbiamo sul nostro pianeta è sicuramente l’acqua. Purtroppo questo aspetto non viene considerato da moltissime persone che senza pensarci troppo lo sprecano quotidianamente. Ma il suo risparmio non è un’attività utopica, anzi potrebbe essere davvero semplice. Basta iniziare da piccole azioni quotidiane e vedrai subito una bella differenza.

3. Non sprecare l’acqua che avanza Buona cosa è quella di utilizzare l’acqua già impiegata per altri scopi. Ad esempio per annaffiare l’orto, le piante o fiori del proprio giardino si può usare l’acqua della bacinella in cui precedentemente sono state “messe in ammollo” le verdure. Un’altra opzione potrebbe essere quella di raccogliere l’acqua piovana o di usare l’acqua dei climatizzatori o deumidificatori. Inoltre se a casa avete un pesciolino rosso, potete recuperare l’acqua tolta dalla sua vasca. Ottima per la vegetazione in quanto ricca di sostanze fertilizzanti! In questo modo oltre a risparmiare acqua vedrete il vostro giardino crescere rigoglioso come non mai.
(Fonte: AdobeStock)

Ecco qualche consiglio utile che cambierà radicalmente alcune abitudini sbagliate che ti stai trascinando da tantissimo tempo, sprecando acqua e quindi parecchi soldi.

I trucchetti per risparmiare sull’acqua

Come abbiamo anticipato sicuramente occorre partire dalle piccole azioni che si compiono tutti i giorni. Nello specifico, attività come lavarsi i denti oppure le mani richiedono necessariamente l’utilizzo dell’acqua. La cosa determinante è di non lasciarla scorrere inutilmente! Sembra banale ma la maggior parte delle persone lascia scorrere l’acqua come nulla fosse: uno spreco incredibile!

Chiudere il rubinetto quando non serve permetterà di risparmiare ben 6 litri d’acqua al minuto! La stessa logica dovrebbe valere nel momento della doccia: prima ci si insapona e solo successivamente ci si sciacqua. La doccia poi è preferibile a livello di spreco rispetto al bagno.

Elettrodomestici: come consumare meno

Passiamo nell’ambito degli elettrodomestici. Un consiglio opportuno in tal caso sarebbe di attivare lavastoviglie e lavatrice solo quando sono effettivamente piene. Inoltre per la lavastoviglie in particolare è consigliato di dare una pulita generale alle stoviglie prima di azionarla, è una soluzione per non intasare lo scarico.

Non sprecare l’acqua che avanza Buona cosa è quella di utilizzare l’acqua già impiegata per altri scopi. Ad esempio per annaffiare l’orto, le piante o fiori del proprio giardino si può usare l’acqua della bacinella in cui precedentemente sono state “messe in ammollo” le verdure. Un’altra opzione potrebbe essere quella di raccogliere l’acqua piovana o di usare l’acqua dei climatizzatori o deumidificatori. Inoltre se a casa avete un pesciolino rosso, potete recuperare l’acqua tolta dalla sua vasca. Ottima per la vegetazione in quanto ricca di sostanze fertilizzanti! In questo modo oltre a risparmiare acqua vedrete il vostro giardino crescere rigoglioso come non mai.
(Fonte: AdobeStock)

Altro trucchetto prevede il riutilizzo dell’acqua. Ad esempio l’acqua usata per l’ammollo delle verdure, oppure quella di cottura ma anche quella dei climatizzatori. Possono essere usate per altro, basti pensare all’acqua che potremo usare per le nostre piante ad esempio.

Ci sono tantissimi modi per riutilizzare quantità di acqua che non consideriamo come potenzialmente utili, ma che invece potrebbero limitare lo spreco che è sempre eccessivo rispetto al suo potenziale riutilizzo. Per esempio non tutti sanno che quando cambiamo l’acqua dei pesci, invece di buttarla potrebbe essere usata per le nostre piante, in quanto sono densa di sostanze fertilizzanti.