Cappa della cucina appiccicosa, risparmia i tuoi soldi! Sgrassala con questi prodotti eco

Se c’è una zona della cucina soggetta alla sporcizia quella è la cappa! È importantissima per assorbire odori ma si sporca con molta facilità. Vediamo come pulirla.

In ogni cucina è importante che ci sia la cappa, è uno strumento imprescindibile per catturare gli odori e vapori dei nostri piatti.  Ma da questa sua utilissima funzione nasce anche un grande problema: il fatto che tende a sporcarsi di grassi e sprigionare cattivi odori. Scopriamo dei metodi intelligenti per pulirla.

Aceto e sale grosso Far bollire 2 litri di acqua, aggiungerci dell’aceto e alcuni cucchiai di sale grosso. Versare il composto nello scarico poco alla volta, ad un’ora di distanza da una dose all’altra.
(Fonte: AdobeStock)

Il cuore del discorso è proprio questo: la pulizia esterna del grasso e dei filtri e della cappa. Non dovremmo utilizzare dei detersivi chimici, bensì prodotti naturali, sono ecologici e costano pochissimo!

Quando parliamo di pulire di questo speciale elettrodomestico è importante aprire un focus sulla zona esterna, è quella la parte più soggetta alla sporcizia. Motivo per il quale è consigliato detergerla dopo i pasti o nel momento in cui prepariamo pietanze che hanno più incidenza a livello di sporco. Ma in generale si consiglia di pulirla 1 volta a settimana.

Pulizia della cappa: la parte esterna

Per procedere con una pulizia naturale di questo particolare strumento è bene munirsi innanzitutto del sapone di Marsiglia. Il primo trucchetto prevede proprio questo sapone, basta versare 1 cucchiaio in scaglie all’interno di 1 litro di acqua tiepida. Fatto questo occorre mischiare e versare il tutto dentro un contenitore spray e procedere con la vaporizzazione della soluzione.

Il secondo ingrediente naturale prevede l’aceto, un must per le pulizie fai-da-te e famoso per le sue proprietà sgrassanti. Per questa soluzione prepariamo una miscela di aceto e acqua che abbiano le stesse dosi e versiamole dentro uno spruzzino per poi applicarla sulla parte esterna della cappa. In questo caso lasciamo che agisca per qualche minuto e sciacquiamo con un panno.

Il terzo ingrediente per questa pulizia è il bicarbonato che va unito a dell’acqua calda. Ottenuta una miscela va versata in uno spruzzino oppure prendiamo un panno e immergiamolo nella soluzione appena creata. Anche in questo caso lasciamo che agisca qualche minuto e sciacquiamo.

Pulizia dei filtri e della parte interna della cappa

Per la pulizia dei filtri invece basterà rimuovere la griglia e prendere il filtro interno.  E per fare questa manovra ci servirà l’aceto.  Basta prendere 2 due bicchieri di aceto e versarli in un recipiente con dell’acqua calda e inserire il filtro sporco. Per aumentare il potere è consigliato aggiungere 2 cucchiai di bicarbonato. Lasciamoli agire per 1 ora e poi sciacquiamoli.

Oppure in alternativa è utile anche usare il sapone dei piatti, è consigliabile usare un prodotto ecologico. Anche qui ci servirà un recipiente con dell’acqua calda e aggiungere il nostro sapone per i piatti e lasciarlo agire per 1 ora.

Per la pulizia interna della cappa dipende dallo stato di sporcizia. Se è leggera basterà prendere un panno imbibito con dell’aceto. Ma se la sporcizia presenta quantità di grasso importanti, ecco una ricetta infallibile per creare uno sgrassatore naturale. Servirà acqua 200ml, aceto bianco di alcol 125 ml,  sale 125 gr, sapone di Marsiglia 25 gr, limoni 2.

Aceto e sale grosso Far bollire 2 litri di acqua, aggiungerci dell’aceto e alcuni cucchiai di sale grosso. Versare il composto nello scarico poco alla volta, ad un’ora di distanza da una dose all’altra.
(Fonte: AdobeStock)

La procedura è semplice: tagliamo i limoni in pezzetti e mettiamo dentro una ciotola, aggiungiamo acqua e sale e frulliamo finchè non avremo una soluzione omogenea. Fatto questo versiamo il tutto dentro una pentola.
Fatto questo aggiungiamo aceto bianco e il sapone di Marsiglia. Facciamo cuocere per 15 minuti, lasciamo raffreddare e versiamo la soluzione dentro uno spruzzino che servirà in accoppiata con il panno.