Giornata Internazionale delle tigri, tra rischio estinzione e sfruttamento

Oggi, venerdì 29 luglio, si festeggia la Giornata internazionale delle tigri. Questi splendidi esemplari sono a rischio estinzioni in molti paesi del mondo. In Thailandia, ad esempio, le tigri vengono tenute in cattività e in pessime condizioni solo per permettere ai turisti di potersi scattare qualche selfie. A denunciare questa condizione di degrado è un rapporto di World Animal Protection.

Sono i turisti il vero problema

million_year_stone_park_2016_0

Secondo il report,  il “business sulle tigri” è aumentato negli ultimi anni. Da 623 esemplari in cattività nel 2010, si è passati alle 830 tigri nel 2016. Un aumento dovuto principalmente alla domanda da parte dei turisti. Questa evidente correlazione tra turisti e tigri mette in evidenza come ancora molte persone vedano in questo animale come un oggetto con cui giocare e divertirsi un po’.

Tripadvisor può frenare il fenomeno

tigri

Per frenare un fenomeno di ascesa, molte associazioni animaliste hanno rinnovato una petizione online per chiedere a Tripadvisor – motore di ricerca più utilizzato nel comparto viaggi – di fermare la promozione e la visibilità delle attrazioni che si basano appunto sullo sfruttamento di questo animale.

Il problema non deve essere sottovalutato, poiché questo stupendo animale è in via di estinzione. Secondo le stima del centro di ricerca Tiger Day entro cinque anni le attuali tremila tigri potrebbero scomparire. «Ci troviamo nel bel mezzo della sesta estinzione di massa delle specie animali», ha avvertito Cesare Avesani Zaborra, direttore scientifico del Parco Natura Viva di Bussolengo (Verona).

Francesco Giubilini