Un vero e proprio mistero risolto: stiamo parlando della possibile crescita della temperatura nella Terra. Una questione che è stata denominata “paradosso della temperatura dell’Olocene” e che adesso troverebbe una risposta definitiva, grazie ad uno studio realizzato da un gruppo internazionale di ricercatori, coordinati dalla Rutgers University. Ma andiamo con ordine e vediamo perché i risultati della ricerca, pubblicati su Nature, sono così importanti per saperne di più sull’evoluzione del nostro pianeta.

Il paradosso della temperatura dell’Olocene

La questione del paradosso della temperatura dell’Olocene, in riferimento ad un periodo interglaciale che stiamo vivendo attualmente e che è iniziato 12.000 anni fa, aveva fatto discutere ampiamente gli esperti nel corso degli anni.

Era stata riscontrata infatti una vera e propria discordanza tra delle precise informazioni arrivate grazie all’analisi dei reperti geologici e alcuni modelli climatici. Da un lato si pensava che la temperatura media del pianeta abbia raggiunto un livello massimo in un periodo compreso tra 10.000 e 6.000 anni fa, poi abbia subito un abbassamento e in seguito un’altra risalita.

Dall’altro lato si pensava ad un continuo aumento della temperatura nel pianeta, secondo quanto indicavano in particolare i modelli climatici. Qual è quindi la verità in merito alla temperatura della Terra?

Cosa è stato osservato con questa ricerca

Lo studio ha permesso di esaminare alcuni gusti di microrganismi marini, con l’obiettivo di visualizzare delle informazioni sul trend della temperatura delle acque oceaniche, che, nel caso di quelle superficiali, possono fornire un’idea precisa della temperatura della Terra in maniera generale.

È stato osservato in particolare, secondo i risultati ottenuti da questa ricerca, che le temperature riscontrate nel nostro pianeta sono le più alte registrate negli ultimi 12.000 anni e possono essere paragonate a quelle che sono state registrate 125.000 anni fa.

Secondo quanto spiegano gli esperti, è stato visto nello specifico che il riscaldamento del periodo post industriale ha avuto come conseguenza quello di accelerare il trend progressivo verso le alte temperature degli ultimi 10.000 anni.