È una scoperta davvero interessante quella annunciata direttamente dalla NASA e i cui risultati sono stati pubblicati su Nature Astronomy. La stessa NASA aveva parlato in precedenza di quello che sarebbe stato un annuncio “emozionante”. E in effetti potremmo dire che si tratta proprio di una novità che fa riflettere e che non può non coinvolgere sia gli appassionati di scienza e di astronomia che i semplici curiosi. Sulla superficie della Luna è presente acqua in grande quantità.

La conferma dall’osservazione diretta

La scoperta è stata realizzata in seguito a delle supposizioni. Infatti fino a questo momento si pensava che potesse essere presente dell’acqua sul nostro satellite naturale, in particolare come ghiaccio nelle aree dei poli. Adesso tutto è stato confermato grazie ad un’osservazione precisa delle molecole che sono presenti nell’area illuminata della Luna.

Un’ulteriore ricerca, con dei risultati che sono stati pubblicati proprio sulla stessa rivista, ha messo inoltre in evidenza che esistono delle zone in ombra, chiamate cold traps, che presentano acqua in grande quantità. In queste situazioni si tratta di aree che presentano delle temperature al di sotto dello zero.

Una scoperta storica per diversi motivi

Si tratta sicuramente di una scoperta mai effettuata prima di questo momento e che può essere considerata storica da molti punti di vista, anche perché si tratta della prima conferma della presenza di acqua sul satellite.

Inoltre la scoperta ha messo in evidenza, attraverso delle osservazioni dirette sulla superficie della Luna, che l’acqua si trova in diverse zone del corpo celeste, non soltanto nelle zone più fredde che rimangono in ombra perché non illuminate dalla nostra stella.