Il nuovo progetto di casa sostenibile, presentato a Bolzano e denominato Spazi di vita, è una nuova soluzione che Rubner Haus ha pensato per migliorare l’edilizia – in chiave ecologica – e l’efficienza energetica. Il progetto, realizzato in collaborazione con Artemide, potrebbe migliorare sensibilmente il concetto di abitazione moderna.

Rubner Haus e il progetto Spazi di Vita

Rubner Haus non è certamente nuova a progetti sostenibili che possano migliorare sensibilmente l’impatto ecologico delle nuove abitazioni. Con un fatturato pari a 54 milioni nel 2017 e con 250 case realizzate, mediamente, ogni anno grazie ai 300 dipendenti, l’azienda altoatesina ha interpretato al meglio i concetti di sostenibilità ed efficienza energetica.

Con il progetto Spazi di Vita, presentato al Klimahouse di Bolzano, l’azienda ha voluto superare se stessa in ogni ambito: al di là di ogni possibile parametro edilizio che caratterizza l’azienda stessa in ogni sua costruzione, spiccano i dettagli notevoli, le collaborazioni importanti e redditizie, le agevolazioni per ogni prodotto e – soprattutto – un impatto scenico di grandissimo livello.

La collaborazione con Artemide e Samsung

Tra le collaborazioni di livello che trovano spazio nel progetto Spazi di Vita ci sono quella con l’azienda Artemide, che si distingue nel campo dell’illuminazione nel Made in Italy, e Samsung, che offrirà – invece – grande supporto informatico.

Se la prima offrirà non soltanto un grande effetto scenico ed estetico, ma anche e soprattutto un sistema in grado di ridurre al minimo il dispendio energetico all’interno dell’abitazione, con la seconda tutto sarà smart e semplificato in casa: elettrodomestici connessi e accessibili con il semplice utilizzo delle parole, dinamismo tecnologico che si regola alle esigenze di ognuno e, infine, un grande aiuto a chi vive in casa.