Per la prima volta un pianeta molto somigliante alla Terra presenta anche vapore acqueo nell’atmosfera. Una scoperta davvero interessante, quella fatta dall’Hubble Space Telescope, che ha individuato un pianeta con caratteristiche molto simili al nostro. Per ora è stato denominato K2-18b e si trova a circa 110 anni luce di distanza da noi (pochissimo per lo spazio).

La massa di K2-18b è 8 volte superiore a quella della Terra

La massa di questo pianeta è 8 volte superiore a quella della Terra, ed è un po’ più freddo rispetto al nostro mondo. Tuttavia, come spiegato dagli scienziati che lo hanno attentamente osservato, K2-18b ha due peculiarità che hanno catturato l’attenzione degli esperti del settore: la sua stella si trova ad una distanza definita “giusta”, ma soprattutto nell’atmosfera è presente vapore acqueo.

Condizioni che rendono il pianeta tra i favoriti per la ricerca di qualche forma di vita, anche se gli stessi scienziati precisano che è il caso di andare per gradi e di non lasciarsi andare a facili entusiasmi.

K2-18b viene definito tecnicamente una “Superterra”

A studiare attentamente il pianeta e i suoi componenti è stato il gruppo di ricerca dell’UCL, University College of London, guidato da Giovanna Tinetti.

Grazie ai loro studi approfonditi è emerso che il 50% di K2-18b è caratterizzato da vapore acqueo. Va precisato che non è la prima volta che viene individuata dell’acqua in un pianeta, ma finora questo scenario si era sempre verificato sui pianeti gassosi.

Stavolta, invece, siamo di fronte a quella che viene definita tecnicamente una “Superterra”, ovvero un pianeta con massa da 1 a 10 volte superiore alla Terra ma comunque “piccolo” rispetto agli altri.

Il team approfondirà la ricerca per capire se su K2-18b c’è effettivamente qualcosa che respira, magari un semplice microrganismo oppure qualche forma di vita più definita.