Come effettuare del melograno coltivazione, potatura e altri interventi per curare al meglio questi piccoli alberi? Il melograno è un frutto molto particolare, che è noto in maniera specifica per avere un sapore davvero dolce. Inoltre possiede numerose proprietà curative che lo rendono un prodotto molto ricercato, anche nel nostro Paese.

Il melograno non richiede una coltivazione difficile, visto che gli interventi di cura che dobbiamo apportare a questi alberi di piccole dimensioni non sono difficili da attuare e non sono tanti.

È importante, però, agire con molta precisione per garantire al melograno una coltivazione senza alcun problema. Vediamo cosa fare e quali sono tutti i passaggi da seguire per la coltivazione del melograno. Coltivare la pianta di melograno, come vedremo, non è complicato.

I passaggi da seguire per la coltivazione del melograno

L’albero di melograno richiede una coltivazione precisa, che deve essere portata avanti con molta cura per ottenere dei buoni frutti. È un procedimento che può essere effettuato anche nell’orto o nel giardino, visto che non è molto difficile.

I passaggi sono ben precisi. Innanzitutto bisogna mettere a dimora la pianta, avendo cura di posizionarla in un ambiente abbastanza riparato. Non dovresti coltivare il melograno in terreni con caratteristiche argillose.

L’irrigazione degli alberi di melograno deve essere effettuata esclusivamente nei primi due anni. Ricordati sempre di effettuare, seguendo le giuste regole, un intervento di potatura quando se ne presenta la necessità e rifletti bene su come fornire la corretta concimazione, per garantire un perfetto nutrimento alle piante in questione.

Come coltivare le piante di melograno

Generalmente le piante di melograno preferiscono un clima mite, ma bisogna dire che si adattano comunque a differenti temperature e sono in grado di resistere anche in presenza di un clima più freddo. In questi ultimi casi è sempre opportuno però procedere con il melograno alla coltivazione in un’area abbastanza riparata, per effettuare un’azione di protezione nei confronti del gelo.

L’irrigazione, come abbiamo già spiegato, è fondamentale nei primi due anni di vita della pianta. In seguito da questo punto di vista non sono richieste particolari cure. Il clima più secco, infatti, consente di avere una maturazione della pianta con un maggiore equilibrio.

Proprio per questa ragione è sempre opportuno, come abbiamo già spiegato precedentemente, non procedere alla coltivazione in terreni argillosi, che potrebbero favorire dei ristagni di acqua. Sarebbe più opportuno coltivare i piccoli alberi in terreni con tante sostanze nutritive, per favorire lo sviluppo della pianta.

La potatura del melograno

Nel caso delle piante a cespuglio, è opportuno effettuare un intervento di potatura accorciando i rami che sporgono maggiormente verso l’esterno. Effettua l’intervento con molta cura, anche perché i frutti si formano in genere proprio nelle parti più esterne del cespuglio. In queste situazioni, quando hai a che fare con piante di questo tipo, dovresti anche togliere i rami più secchi e quelli spezzati.

Se invece decidi di scegliere gli alberi di melograno, la fase di potatura dovrebbe essere effettuata già a partire dai primi anni di vita della pianta. Fin da una prima fase dovrebbero essere trovati i tronchi più importanti e procedere con l’eliminazione degli elementi che si ritengono opportuni e che si possono individuare nel corso del tempo.

Come proteggere la pianta di melograno

Come dicevamo, si tratta di piante che resistono nel tempo e che si adattano facilmente a diverse temperature e a condizioni differenti di clima. Generalmente non è semplice per dei parassiti riuscire ad attaccare il melograno.

Ricordati infatti anche che i frutti stessi possono contare su una protezione adeguata, che favorisce l’eliminazione di ogni possibile attacco da parte di alcuni parassiti molto comuni.

È essenziale però non abbassare la guardia, anche perché, specialmente nel corso della stagione della primavera, potrebbero verificarsi degli attacchi nei confronti della pianta soprattutto da parte degli afidi.

Esistono comunque alcune sostanze naturali che possono proteggere da questi attacchi indesiderati, se non vuoi fare ricorso ai prodotti chimici che si possono trovare in commercio.

Infine ricordati che non è necessario coltivare molte piante di melograno, se vuoi rivolgerti ad un consumo domestico dei frutti. Infatti anche un cespuglio singolo o un piccolo albero riusciranno ad offrire, se trattato con molta cura e in modo adeguato, moltissimi frutti, ideali per le proprietà benefiche che riescono ad apportare.