Ci sarebbero delle forti differenze genetiche tra le volpi di campagna e quelle che vivono in città. E a proposito di volpi “di città”, sono state analizzate quelle che vivono a Berlino e nei dintorni. Si tratta di animali che si muovono su lunghi territori e che prediligono l’ambiente urbano soprattutto per la facilità con cui è possibile trovare cibo. Ma andiamo con ordine.

Come è stata effettuata la ricerca sulle volpi

Alcuni ricercatori facenti capo ad un gruppo internazionale di studio sono riusciti ad identificare due categorie distinte di volpi, che sono state definite come urban e rural. Le due popolazioni di volpe, in particolare la volpe rossa, sono mantenute distinte, a detta degli esperti, da alcune barriere fisiche, come fiumi e strutture costruite dall’uomo.

La volpe rossa è un animale onnivoro che si muove molto sul territorio ed è diventata in grado di sfruttare qualsiasi opportunità che gli venga data dall’ambiente. Per questo la volpe rossa si è adattata ad ogni nicchia ecologica a disposizione.

Cosa hanno scoperto i ricercatori sulle volpi

Questa varietà di volpi rosse era già stata osservata a Berlino negli anni ’50. A partire dagli ’90 si è diffusa in tutta la città. Gli esperti hanno analizzato il materiale genetico attribuibile alle volpi di Berlino e della vicina regione di Brandeburgo. Hanno preso in considerazione il materiale genetico di 370 esemplari.

Hanno concluso che esistono due gruppi genetici diversi, distinguibili tra aree rurali e aree urbane. Il ruolo chiave per la distinzione è stato svolto sicuramente dal confine tra le aree urbane e le aree rurali, caratterizzate da un incremento delle attività dell’uomo e dalla densità abitativa.