Yen è un orso che fa parte di una specie in pericolo di estinzione. Si tratta dell’orso nero asiatico che è noto anche con il nome di orso della luna. Il povero animale era finito in un traffico illegale di fauna selvatica in Asia. Per fortuna il cucciolo è stato salvato nell’ambito di un’operazione che ha portato alla scoperta dei bracconieri. Ma non è finita qui, perché la storia di Yen è ricca davvero di colpi di scena e di una terezza insita, che ci fa capire quanto sia importante l’amore nei confronti degli animali.

La scoperta del traffico illegale di animali selvatici

Yen, durante l’operazione di traffico illegale di fauna selvatica, è stato messo in una piccola gabbia, come quelle che si utilizzano per gli uccelli. Si trovava in condizioni terribili, perché la gabbia era davvero molto ristretta, soltanto poco più grande del suo corpo.

Se pensiamo ai momenti brutti che il cucciolo ha attraversato, non si può non provare pietà. Per fortuna Yen è stato salvato ed è stato portato alla stazione di Polizia locale, dove gli agenti hanno informato l’associazione animalista Animals Asia.

Il cucciolo accudito dal team di Animals Asia

È probabile che Yen abbia anche assistito all’uccisione della madre, quando è stato preso dai bracconieri. Forse anche per questo motivo l’orsetto non era affatto tranquillo. Lo hanno riscontrato gli operatori di Animals Asia, che si sono presi cura del cucciolo.

Yen, nome che in Vietnam significa pace, era molto nervoso e mostrava segni di paura. Ha iniziato a piangere disperatamente, quando poi gli operatori sono intervenuti mettendogli accanto un orso di peluche nella sua prima notte che ha trascorso nel luogo in cui è stato accudito. La reazione è stata sorprendente. Yen, infatti, si è calmato e ha potuto riposare.