Un nuovo studio, i cui risultati sono stati pubblicati su Geophysical Research Letters, ha messo in evidenza un aspetto affascinante e al tempo stesso misterioso che riguarda il pianeta Venere. La NASA ha, infatti, catturato un suono proveniente da questo corpo celeste, grazie alle osservazioni effettuate dalla sonda Parker, che si è avvicinata molto, come mai prima era successo, al pianeta. In particolare la sonda solare ha raggiunto una distanza di 517 miglia sulla superficie.

La registrazione del suono misterioso

Nel corso del terzo sorvolo, che è stato effettuato dalla sonda in questione l’11 luglio 2020, è stato individuato un “suono” molto particolare. Questi misteriosi suoni sono stati osservati proprio nel momento in cui la sonda stava facendo ritorno per procedere poi con lo studio della nostra stella.

La sonda Parker è stata lanciata qualche anno fa dalla NASA, precisamente nel 2018, con l’obiettivo di effettuare degli studi nel Sole. L’obiettivo è quello di permettere a questa sonda di raggiungere una distanza di 4,3 milioni di miglia dal centro della stella entro il prossimo 2025.

Il segnale naturale da Venere

L’esplorazione spaziale, quindi, non interessa solo Marte, di cui si parla parecchio in questi ultimi tempi. La sonda in questione su Venere, infatti, ha permesso di rilevare un segnale radio di tipo naturale, un segnale che ha permesso di constatare che la sonda ha raggiunto l’alta atmosfera di Venere. La rilevazione è avvenuta nel corso di una breve oscillazione del pianeta.

Le informazioni in questione, che sono state diffuse direttamente dalla NASA, parlando di quella che si configura come la prima misurazione diretta dell’atmosfera di Venere avvenuta in circa 30 anni di tempo.

Tutto sembra essere differente rispetto al passato del pianeta in questione. Infatti, secondo anche un ulteriore studio, i cui risultati sono stati pubblicati proprio in queste ore, è stato osservato che l’atmosfera alta del pianeta Venere affronta dei mutamenti di rilievo nel corso di un ciclo solare, che corrisponde ad un’attività della stella di 11 anni di tempo.

Le differenze tra Venere e Terra

Un importante modo per comprendere le differenze che ci possono essere tra il pianeta Venere e il nostro pianeta e per comprendere perché la Terra e Venere in realtà abbiano delle caratteristiche davvero differenti.

Il segnale che è stato registrato, comunque, non è nuovo agli scienziati, anche perché si tratta di un suono molto simile a quello che è stato registrato sulle lune del pianeta Giove in passato dalla sonda Galileo. Il motivo ha a che fare con le radiazioni solari.