Il ricorso alle energie rinnovabili e in particolare all’eolico potrebbe essere molto importante non soltanto per garantire i fattori principali della sostenibilità ambientale, ma anche per raggiungere altri obiettivi. Infatti l’associazione delle aziende italiane dell’eolico ha messo a punto di recente un rapporto che mette in evidenza le prospettive dell’utilizzo dell’energia pulita tratta dal vento in ambito europeo.

La possibilità di crescita di posti di lavoro

Il cosiddetto piano nazionale integrato per l’energia e il clima mette in evidenza che se in Italia si installassero 19.300 MW di impianti eolici, proprio questa è infatti la cifra prevista dal piano, si potrebbe mettere in moto un processo virtuoso.

Non si parla infatti soltanto di opportunità per ciò che riguarda lo sfruttamento dell’energia pulita, ma anche di possibilità importanti che interessano la creazione di posti di lavoro. Nello specifico gli esperti rivelano che si potrebbero costituire più di 67.000 posti di lavoro, di cui una buona parte sarebbe proprio nel Meridione.

Il mercato dell’industria eolica in Italia e in Europa

Sono cifre veramente importanti, come da non sottovalutare sono i numeri che riguardano in generale il mercato dell’eolico nel nostro Paese. È stato calcolato che in Italia l’eolico impiega più di 27.000 addetti e che genera un flusso finanziario di circa 3,5 miliardi di euro.

Con la sua produzione nel 2019 sono stati risparmiati circa 12 Mt di emissioni nocive. Buoni numeri anche per quanto riguarda l’industria eolica europea, che ha un fatturato annuo di circa 60 miliardi di euro.