Quello che è appena passato si può considerare, a detta degli esperti, l’inverno più caldo di sempre in Europa. Almeno è questo che si evince dai dati, specialmente se si fa un confronto con un periodo di riferimento che va dal 1981 al 2010. Gli studiosi hanno riscontrato che si sono avuti in media 3,4 gradi in più.

Che cosa ha annunciato il Copernicus Climate Change Service

Ad elaborare i dati sulle temperature di questo inverno e a dare conferma sul fatto che si tratti del più caldo di sempre è stato il Copernicus Climate Change Service, un progetto portato avanti dall’Agenzia Spaziale Europea e dalla Commissione dell’Unione Europea.

I dati riscontrati sono stati molto evidenti, perché gli scienziati hanno rilevato una soglia di 1,4 gradi più alta rispetto all’inverno 2015/2016.

I dati dell’inverno in riferimento agli Stati europei

Gli esperti che hanno analizzato i dati ricavati dalle osservazioni affermano che il mese più caldo in assoluto di questo inverno è stato quello di febbraio. In questo periodo infatti si sono raggiunte temperature di +3,9 gradi sopra la media.

Sotto la media si sono attestati soltanto alcuni Paesi, come le isole britanniche, la zona atlantica della Francia e la penisola iberica. Questo è avvenuto perché si è formato un vortice polare molto forte al Polo Nord, che ha dato vita a delle tempeste atlantiche sul Nord Europa.

In Italia, secondo gli studiosi, il vero e proprio inverno dal punto di vista delle temperature si è avuto soltanto nelle ultime due settimane di marzo.