Il settore della mobilità potrebbe essere interessato da un profondo cambiamento a partire dal 2035. Per ora si tratta soltanto di indiscrezioni che arrivano direttamente dalla Commissione Europea. Tuttavia presto, già in arrivo nel prossimo mese di luglio, si potrebbero avere delle conferme da questo punto di vista. Ci sarebbe allo studio l’ipotesi di fermare la commercializzazione delle auto a benzina e diesel, per arrivare allo stop completo nel 2035.

Gli obiettivi della Commissione Europea

La Commissione Europea ha intenzione di porre un rimedio concreto per quanto riguarda la lotta ai cambiamenti climatici. Per questo gli esperti stanno studiando delle proposte legislative che avranno come scopo finale quello di ridurre l’inquinamento atmosferico.

All’interno di questo pacchetto di riforme potrebbe trovare luogo il definitivo stop alla vendita di auto a benzina e diesel, da realizzarsi appunto, come è emerso, nel corso degli anni, fino ad arrivare al 2035.

L’obiettivo finale sarebbe quello di arrivare alla decarbonizzazione entro il 2050. Per questo si sarebbe intenzionati ad imporre un taglio alle emissioni del 60% entro il 2030. Il limite delle emissioni sarebbe così stringente da portare alla messa al bando di tutti i motori endotermici.

Le reazioni del mondo automobilistico

La discussione è ancora in corso e non ci sarebbero decisioni definitive da questo punto di vista. Comunque, di fronte a questo scenario che si prospetta negli anni a venire, ci sono da tenere in considerazione anche le reazioni del mondo automobilistico.

Infatti il settore chiede la possibilità di giungere ad obiettivi realistici per evitare danni ingenti, per non mettere in crisi tutto il comparto.