Il risultato di uno studio recente sugli orsi polari rivela una verità che fa temere per la sopravvivenza di questa specie animale. Infatti molti scienziati sono convinti che gli orsi polari si potranno estinguere entro la fine del secolo, in particolare quindi entro il 2100.

Come si è svolto lo studio

Lo studio ha avuto grande risonanza, soprattutto per le modalità che hanno permesso di osservare 13 sottopopolazioni di orsi polari. Gli scienziati hanno preso in considerazione l’energia di cui questi animali hanno bisogno per sopravvivere.

Hanno poi incrociato i dati attuali con le proiezioni che si riferiscono al 2100. Hanno così verificato che gli orsi polari sono in pericolo perché verrebbero privati della possibilità di cacciare a causa del restringimento dei ghiacci.

In alcuni periodi gli orsi polari tendono a risparmiarsi per la caccia, limitando lo spreco di energie. Tuttavia il fatto che questi periodi possano durare a lungo rappresenta un pericolo, perché gli orsi sarebbero costretti a muoversi molto di più per trovare il cibo.

La causa è rappresentata dai cambiamenti climatici

Ma perché gli orsi polari sono così in pericolo? Il tutto è dovuto alla riduzione dei ghiacciai, anch’essi minacciati dai cambiamenti climatici, che stanno causando effetti sconvolgenti in tutto il pianeta.

A causa del restringimento dei ghiacci, questi animali non trovano più le condizioni ideali che caratterizzavano un tempo il loro habitat naturale.