Giocare all’aperto è importante. Dal punto di vista pedagogico, il gioco rappresenta un elemento fondamentale per la vita di un bambino: attraverso questo, infatti, si ha la possibilità concreta di poter stimolare la sua creatività, coniugando in un solo colpo tutti quelli che sono i crismi fondamentali inerenti la sua crescita. Giocare all’aperto, quindi, rappresenta un vero e proprio toccasana per la vita di un bambino, grazie agli innumerevoli benefici che un’attività del genere comporta.

Perché giocare all’aperto è la soluzione più giusta?

Giocare all’aperto perché? Nonostante la tecnologia abbia sicuramente semplificato la vita di tutti, è pure vero che ha inibito in maniera più o meno grave i rapporti interpersonali.

Come se non bastasse, poi, spesso tra i bambini vengono a mancare i rapporti interpersonali: troppo spesso, infatti, questi restano chiusi intere giornate in casa a stretto contatto con videogiochi, televisione e quant’altro.

L’assenza di interazione porta a dei risvolti sicuramente gravi, tra cui per esempio l’insorgere di patologie psicofisiche, aumento dell’obesità infantile a causa dell’assenza di movimento e di attività fisica e difficoltà cognitive più o meno gravi.

Poste in essere queste premesse, è pacifico affermare che praticare attività fisica sia il mezzo principale con cui stimolare l’attenzione dei bambini, la loro curiosità e la loro creatività. Qualora questa dovesse venire meno, i risultati potrebbero essere gravi.

Come stimolare l’attività fisica tra i bambini

Come giocare all’aperto? Quali sono le attività che permettono di giocare all’aperto in inverno o di giocare all’aperto d’estate? Per cercare di coinvolgere maggiormente i bambini in quelle che sono le attività che permettano di giocare all’aperto, potrebbe rivelarsi un’idea vincente cercare di organizzare delle scampagnate, del trekking per bambini e quant’altro: attraverso queste attività mirate, infatti, sarà possibile stimolare i bambini e fare in modo che non trascorrano troppo tempo davanti ai vari dispositivi elettronici.

È importante fare in modo che i bambini non si sentano obbligati per quanto riguarda l’espletamento dei giochi per giocare all’aperto, altrimenti potrebbero reagire malvolentieri ad eventuali iniziative.

Lo sport, il mezzo di contrasto principale

Da un punto di vista meramente pratico, è pacifico affermare che ancora oggi giocare all’aperto effettuando sport sia il mezzo principale per contrastare ed arginare il fenomeno dilagante dell’obesità e delle difficoltà relazionali.

Grazie ad esso, infatti, i bambini vengono abituati ad elementi importanti come la competitività, la solidarietà ed il gioco di squadra.

Insegnare ad un bambino che, per esempio, fare il minor tempo possibile durante una gara di corsa richiede costanza, allenamento e dedizione, sarà un insegnamento universale per una moltitudine non indifferente di contesti: in questo modo il bambino si interfaccerà con le varie sfide della vita con la stessa consapevolezza che utilizza durante le attività sportive.

Gnosis auton: un mezzo fondamentale per la propria crescita

Attraverso questa massima filosofica (il cui significato è ”conosci te stesso”), è pacifico affermare che grazie allo sport e al giocare all’aperto in generale, i bambini entrino in una dimensione emotiva completamente nuova, attraverso cui possono venire a conoscenza dei propri limiti, delle proprie insicurezze e cercare persino di cercare di sanarle.

In questo modo, quindi, si avrà come risultato finale quello di un bambino maggiormente consapevole del mondo che ha intorno, senza le tante mistificazioni che vengono filtrate dalla televisione, dai videogiochi e quant’altro.

Se è vero che il tempo passa, è anche vero che alcuni insegnamenti sono indelebili, e che ancora oggi si costituiscono come fondamento importante per quanto riguarda la condotta più giusta da tenere nel corso della propria vita.

Mens sana in corpore sano, dicevano gli antichi: una massima che racchiude pienamente quanto enunciato.

In definitiva, sebbene l’incedere preoccupante della tecnologia abbia modificato la vita di tutti, è anche vero che grazie a qualche piccolo trucchetto e a qualche piccola tattica è possibile cercare di arginare quanto più possibile i danni che provoca il suo abuso.

Solo con la giusta dose di raziocinio e di attenzione si possono contrastare questi fenomeni sia fisici che psicologici.