Cosa sono le fusa del gatto? Perché i gatti si comportano in questo modo in determinati momenti? Che cosa rappresentano e qual è il significato delle fusa del gatto? Spesso diamo per scontato questo comportamento del nostro amico a quattro zampe, ma in realtà dietro le fusa del gatto ci sono delle motivazioni di vario genere, che interessano diversi aspetti.

In questo articolo analizzeremo proprio le motivazioni che stanno alla base di questo comportamento del gatto, un fenomeno che spesso sottovalutiamo, ma che mette a disposizione in realtà numerose possibilità di saperne di più su come questi animali si comportano.

Generalmente le fusa rappresentano un comportamento che viene attuato tra la madre e il piccolo. Di solito però diventa anche un modo per comunicare con gli umani. Ma qual è l’origine di questa azione del gatto? E a cosa servono le fusa? Andiamo a scoprire tutto nel dettaglio.

Cosa sono le fusa del gatto

Molte volte, se abbiamo un gatto in casa, ci sarà capitato di assistere a questo fenomeno molto particolare. I gatti emettono un rumore a bassa frequenza nel momento in cui inspirano ed espirano l’aria. Tra un rumore e l’altro in genere l’animale effettua una piccola pausa.

Proprio a causa della frequenza molto bassa di questo rumore, in genere, nel momento in cui accarezziamo il gatto, tendiamo a notare una sottile vibrazione.

A volte il rumore che il gatto emette quando fa le fusa può essere sentito anche ad una certa distanza, sempre tenendo conto ovviamente dell’ambiente in cui ci si trova.

I gatti non hanno un organo appositamente dedicato alla formazione delle fusa. Gli studiosi non hanno trovato dei meccanismi precisi alla base della produzione di questo comportamento, ma nel corso del tempo sono state effettuate differenti ipotesi che potessero spiegare come avviene questo meccanismo.

Si è parlato, in riferimento al rumore delle fusa del gatto, della contrazione di alcuni muscoli del palato dei felini, della possibile vibrazione di un osso che si trova nella parte alla base della lingua e del coinvolgimento possibile della vena cava, con una specifica vibrazione amplificata dai bronchi.

In realtà non ci sono appunto delle spiegazioni adeguate a questo proposito che possano confermare nel dettaglio di che cosa si tratta e quali sono i meccanismi alla base della formazione delle fusa del gatto.

Queste ultime potrebbero ad esempio essere prodotte con una contrazione rapida dei muscoli della laringe, con una conseguente compressione e dilatazione della glottide. Anche questa ipotesi, che comunque viene spesso messa a punto per la spiegazione di questo comportamento del gatto, lascia però dei punti di dubbio.

Quando il gatto fa le fusa

Alla base delle fusa del gatto possono esserci diverse motivazioni e differenti sensazioni provate dall’animale. Ad esempio un felino può fare le fusa perché vive una sensazione di benessere. In genere, in presenza di un gatto adulto che fa le fusa, questo comportamento avviene perché l’animale si trova in uno stato di felicità e di benessere.

Le fusa hanno la funzione di comunicare proprio questo stato di benessere, sia agli umani che agli altri animali. Ad esempio fin dal momento della nascita, i cuccioli possono fare le fusa per dare un messaggio alla madre, dicendo che va tutto bene. E lo stesso potrebbe fare la madre, per rassicurare i piccoli.

È un vero e proprio modo di comunicare che implica la messa a punto di un messaggio. A volte i gatti possono fare le fusa quando ad esempio spingono le zampe su un cuscino. Ma le fusa sono anche un modo per comunicare con gli umani, quando ad esempio gli animali ricevono delle particolari attenzioni.

Non pensiamo però che si tratti soltanto di un modo per comunicare uno stato di benessere. A volte le fusa del gatto possono rappresentare anche un segnale di sofferenza e possono essere effettuate dall’animale ad esempio nella situazione del parto o quando ci si prepara ad effettuare una visita dal veterinario. In queste situazioni il gatto fa le fusa anche per scaricare la tensione che si è venuta a creare.

Alcune curiosità sulle fusa del gatto

Questo particolare comportamento dei gatti è molto interessante da analizzare, soprattutto perché esistono delle curiosità alle quali prestare attenzione. Ad esempio sarebbe interessante notare che le fusa del gatto hanno una particolare proprietà “anti stress”.

Fare le fusa non è un comportamento utile soltanto all’animale, ma apporterebbe anche un certo relax nei confronti degli umani. Per questo può essere utile accarezzare il cucciolo mentre fa le fusa, per beneficiare di una sensazione di benessere.

Addirittura alcuni studiosi sostengono che questo rumore emesso dal gatto faccia bene all’organismo degli uomini perché è un suono che viene recepito dal cervello e che stimolerebbe la produzione di serotonina, il cosiddetto ormone del buon umore, con effetti interessanti anche per un’influenza positiva nei confronti del sonno.

E il gatto che non fa le fusa?

Può capitare anche che il gatto non faccia le fusa. In questo caso comunque possiamo anche non allarmarci eccessivamente, perché i motivi possono essere diversi. Ad esempio potremmo non sentirle correttamente, perché la frequenza di emissione è troppo bassa.

Oppure può capitare che i cuccioli non abbiano imparato, perché ad esempio allontanati dalla madre.

Nel caso in cui il gatto abbia smesso di fare le fusa in modo improvviso, possiamo chiederci se siano intervenute delle modifiche nelle abitudini di vita quotidiana.