L’Italia è il quinto paese in Europa per quel che riguarda la capacità di produrre energia elettrica eolica: con 9 gigawatt, il Bel Paese è secondo soltanto alla Germania (44.9 GW), alla Spagna (23 GW), al Regno Unito (13.6 GW) e alla Francia (10 GW). Il dato è emerso dal rapporto Global Wind Energy 2016 che come dice il nome stesso monitora lo sviluppo del settore in Europa.

Nell’Unione Europea la capacità degli impianti eolici ha toccato i 141.6 GW e il settore eolico rappresenta oramai quasi la metà (44.2%) del totale della potenza installata nel 2015.

Energia eolica, Italia quinta in Europa per potenzaTuttavia l’Europa non procede omogenea su questo percorso, perché il 47% dei nuovi impianti europei è stato avviato nella sola Germania, che da questo punto di vista si conferma ancora una volta prima nel Continente. Ci sono insomma Paesi che fanno tanto (forse pure troppo) e altri Paesi che invece annaspano nel vero senso del termine.

Eppure l’eolico ha dinanzi a sé un enorme potenziale che potrebbe essere sfruttato. Il rapporto Global Wind Energy stima infatti che proprio dall’eolico potremmo ottenere fino al 20% dell’elettricità di cui c’è necessità nel mondo e che proprio grazie a questa fonte di approvvigionamento energetico si potrebbero creare 2.4 milioni di posti di lavoro.

Viviana Bottalico