Si potrebbero definire simili agli aquiloni i nuovi sistemi che sono in sviluppo grazie ad un progetto che ha ottenuto il finanziamento da parte dell’Unione Europea. L’obiettivo è quello della produzione di energia rinnovabile con un abbassamento dei costi necessari per raggiungere questo scopo. Si vogliono così sfruttare tutte le potenzialità dell’energia eolica garantita appunto dalla forza del vento.

Il nuovo progetto con gli “aquiloni” per catturare il vento

Non si tratta di veri e propri aquiloni, naturalmente. Il nuovo progetto prevede la messa a punto di ali gonfiabili che sono collegate ad un generatore attraverso un cavo realizzato in plastica.

In questo modo i metodi per ricavare energia dal vento potrebbero prevedere dei costi minori rispetto all’utilizzo delle pale eoliche che vengono sfruttate attualmente con questo scopo.

Grazie al nuovo progetto, che ha ricevuto il finanziamento della comunità europea sulla base del piano denominato Horizon 2020, si riuscirebbe a far diminuire i costi di produzione. Allo stesso tempo si cercherebbe di raggiungere l’obiettivo di ridurre anche i costi relativi al trasporto e al funzionamento.

Insomma, tutto andrebbe a vantaggio di un aumento della produzione di energia pulita, risparmiando in termini di risorse da impiegare nel processo di produzione.

Al progetto collaborano molte realtà

Per la realizzazione di questi speciali “aquiloni” capaci di raccogliere la forza del vento stanno collaborando diverse realtà di vario tipo, tra le quali troviamo industrie e università, come l’Università di Delft, che è al vertice del progetto.

Il sistema sarebbe abbastanza semplice da mettere in atto e si trova in una fase di sperimentazione già dal 2007. Basterebbe, secondo quanto riferiscono gli studiosi, una sola giornata affinché gli operatori possano apprendere il funzionamento di questo nuovo sistema.