Ricerca su cani e padroni effettuato da ricercatori austriaci

Ricerca su cani e padroni effettuato da ricercatori austriaciI cani sono lo specchio dei loro padroni. E’ questa la conclusione a cui sono giunti dei ricercatori austriaci. Dopo un attento lavoro di analisi e di monitoraggio, gli studiosi d’oltre confine hanno scoperto che i cani possono rispecchiare alcune emozioni vissute dai loro proprietari, come ansia e negatività.

Al tempo stesso però, se i padroni di casa si dimostrano amichevoli, rilassati e raggianti, a loro volta gli amici a quattro zampe rifletteranno questi stati d’animo positivi agli umani, aiutandoli ad affrontare momenti di tensione nervosa.

Lo studio, condotto dall’Università di Vienna e pubblicato su Plos One, ha messo sotto test più di 100 cani e rispettivi proprietari. Di ogni coppia è stata presa in considerazione la personalità di persone e animali. In una seconda fase sono stati misurati valori quali la frequenza cardiaca, la risposta a minacce e a situazioni di stress. E per completare il tutto sono stati prelevati anche dei campioni di saliva per analizzare i livelli di cortisolo, quello che molti di noi conoscono come l’ormone dello stress.

In base a quanto emerso, spiega la ricercatrice Iris Schoberl, «la personalità incide parecchio su come interagiamo con gli altri e col mondo, e i cani sono risultati sensibili agli stati emotivi dei loro proprietari». Da qui, l’idea che tra cane e proprietario si venga a creare un rapporto molto più ricco di complicità rispetto a quanto avremmo potuto immaginare: entrambi infatti si influenzano a vicenda nell’affrontare lo stress, anche se in questo rapporto a due, l’influenza giocata dal partner “umano” risulterebbe prevalente.

Francesco Giubbilini