Gli ecoincentivi auto sono stati estesi fino al 31 dicembre. Si tratta di altri 300 milioni disponibili per acquistare veicoli Euro 6 o auto elettriche. Importante novità quindi per chi decide di comprare dei veicoli a ridotte emissioni. Questa disponibilità economica è stata messa al tavolo con il Decreto Sostegni Bis, quindi si tratta anche di bonus auto per incentivare l’uso delle auto a zero emissioni.

Come avverrà la suddivisione dei fondi per le auto green

Secondo la bozza dell’emendamento che rende disponibili i finanziamenti per le auto green, gli ecoincentivi sarebbero suddivisi in tre categorie. Nel dettaglio 50 milioni di euro sono destinati all’acquisto di veicoli con emissioni di anidride carbonica comprese tra 0 e 60 g/km.

100 milioni di euro sono destinati all’acquisto di vetture con emissioni comprese tra i 61 e i 135 g/km di CO2. Ulteriori 100 milioni di euro sono disponibili per le auto usate Euro 6 con emissioni di anidride carbonica comprese tra 0 e 160 g/km.

Come saranno ripartite le somme degli incentivi

Ci sono diverse novità per quanto riguarda la ripartizione degli incentivi. Facciamo qualche esempio a questo proposito. Per le auto con emissioni di anidride carbonica comprese tra 0 e 20 g/km con rottamazione di un veicolo della stessa categoria si possono ottenere più di 8.000 euro, cifra che, senza rottamazione, scende a più di 5.000 euro.

Per l’acquisto di un’auto con emissioni di anidride carbonica comprese tra 61 e 135 g/km vengono dati 1.500 euro a livello statale e in più 2.000 euro a cura del rivenditore. Per l’acquisto di auto usate con rottamazione con emissioni di anidride carbonica da 61 a 90 g/km, il bonus per le auto green corrisponde a 3.000 euro.