Non succedeva da 800 anni. Eppure alla fine di questo 2020 tornerà a brillare la stella di Natale o, come hanno detto alcuni, potrebbe essere un lontano ricordo di quella che si è manifestata come la stella cometa. In realtà però gli esperti chiariscono fin da subito che non si tratta di una cometa vera e propria, anche se il fenomeno celeste in questione potrà essere visibile per tutto il mese. In particolare si vedrà il 21 dicembre, proprio in corrispondenza del solstizio d’inverno.

A che cosa è dovuto il fenomeno della stella di Natale

Gli scienziati spiegano anche a che cosa è dovuto questo fenomeno celeste identificato come stella di Natale. Proprio il 21 dicembre, la data del solstizio d’inverno, potremo assistere ad un allineamento tra Giove e Saturno. Quindi più che parlare di una vera e propria cometa che brillerà nel cielo, si dovrebbe fare proprio riferimento all’allineamento fra questi due pianeti.

Giove e Saturno appariranno per un effetto ottico molto vicini e questa loro posizione darà vita nel cielo ad un unico punto molto luminoso, che è stato chiamato appunto stella di Natale.

Gli esperti spiegano che questo evento è molto raro e quest’anno è ancora più unico nel suo genere, perché è collegato anche ad una speciale posizione assunta dal nostro pianeta.

Come vedere la stella di Natale

La stella di Natale potrà essere vista da tutti i punti del nostro pianeta, a patto che il cielo sia limpido. Per quanto riguarda la visibilità nell’emisfero Nord, gli scienziati consigliano di puntare i telescopi in direzione Sud Ovest. Si potranno cominciare le osservazioni già mezz’ora dopo il tramonto.