Come lavare il cane? Per sapere tutti i consigli che ti possono aiutare in questa azione devi conoscere innanzitutto i motivi per i quali è essenziale lavare il tuo amico a quattro zampe con una certa regolarità. Infatti si tratta di un’azione che consente di pulire il cane e di garantire ad esso uno stato di salute ottimale.

Lavando il cane puoi fare in modo di ripulirlo dallo sporco che si è accumulato e allo stesso tempo puoi togliere dall’animale eventualmente il pelo morto presente.

Infine si tratta di un’operazione fondamentale perché eliminerai dei possibili parassiti che potrebbero essere presenti sul corpo dell’animale.

Come lavare il cane in casa? Come vedi si tratta di un’azione molto importante, che deve essere condotta nel migliore dei modi e con una certa regolarità.

Non sempre si tratta di un’operazione semplice, ma il bagno del cane è sicuramente un’azione da svolgere con abitudine. Per questo è essenziale agire nel modo più corretto possibile, organizzando il tutto al meglio e armandoti di tanta pazienza.

In questo modo riuscirai a fare in modo che il bagno sia un’ottima azione che possa dare un certo sollievo all’animale stesso. Vediamo quindi come agire nel dettaglio e alcuni consigli utili per rendere quella del bagno una bella esperienza per il tuo amico a quattro zampe. Come lavare il cane a casa? Scopriamone di più.

Cosa fare prima di iniziare il bagno

Come lavare il cane in modo naturale? La prima cosa alla quale dovresti sempre prestare attenzione è la possibilità di far familiarizzare il cane con l’acqua in modo graduale. Dai all’animale il tempo per abituarsi all’acqua, specialmente se si tratta delle prime volte in cui lo lavi.

Potresti ad esempio posizionare il cane all’interno di una vasca priva di acqua, in modo da farlo sentire a proprio agio prima di immettere nella vasca un po’ di acqua tiepida.

Deve essere un’esperienza positiva per l’animale, quindi è essenziale permettere al cane ad esempio di giocare un po’ mentre si trova nella vasca oppure accarezzarlo. In questo modo si ricorderà del bagno come di un’esperienza piacevole.

È essenziale in ogni caso procedere con molta calma, perché il cane deve abituarsi a poco a poco all’acqua. Ricordati che il bagno non dovrebbe essere effettuato nelle prime cinque settimane di vita dell’animale, perché quest’ultimo non ha ancora sviluppato le adeguate difese immunitarie e potrebbe quindi andare incontro ad alcuni ostacoli.

Spazzola il cane e proteggilo

Prima del lavaggio, in ogni caso, è fondamentale, sempre procedendo con molta pazienza, spazzolarlo, in modo da rimuovere l’eventuale presenza di pelo morto. In questa maniera lo shampoo che utilizzerai agirà in modo più efficace.

Un altro aspetto a cui prestare attenzione è quello relativo alla protezione delle orecchie dell’animale. È importante infatti che non si creino dei ristagni di acqua all’interno delle orecchie, perché, se dovesse succedere, si potrebbero creare le condizioni per la proliferazione di microrganismi pericolosi.

Potresti quindi proteggere le orecchie dell’animale utilizzando del cotone, evitando naturalmente di spingere troppo nelle orecchie i batuffoli.

La fase del lavaggio, con molta cura

Una volta che l’animale ha preso confidenza con l’acqua all’interno della vasca, potrai procedere al lavaggio vero e proprio. Procedi a bagnare il cane dal collo in giù, andando verso l’addome e le zampe.

Evita di far andare dell’acqua nelle orecchie, come abbiamo già visto. Allo stesso modo cerca di non bagnare gli occhi dell’animale, per evitare irritazioni dovute alla presenza dello shampoo.

Ricorda sempre di utilizzare uno shampoo adatto per i cani. Non devi mai usare lo stesso shampoo che utilizziamo per lavare i capelli comunemente. Infatti il pH della pelle di questi animali risulta più basico rispetto al nostro.

Questo significa che i prodotti per la detersione degli umani risultano eccessivamente aggressivi per la pelle dell’animale.

Usa quindi sempre un detergente adatto, tenendo conto delle caratteristiche della cute del cane. Se risulta troppo sensibile, valuta di usare un prodotto che non abbia profumi o sostanze di tipo artificiale.

Come lavare il cane quindi? Procedi con gradualità, pulendo a parte il muso, non bagnandolo in modo diretto, ma utilizzando ad esempio un asciugamano imbevuto con un po’ di acqua.

Alla fine dell’operazione non devi fare altro che risciacquare la pelle dell’animale in modo molto preciso, operando con molta pazienza. È un’azione che devi effettuare con molta cura, soprattutto quando il pelo dell’animale è abbastanza folto.

Asciuga il cane

Se ti stai chiedendo come lavare il cane, ti abbiamo indicato la procedura che dovresti eseguire. Infine procedi con la fase dell’asciugatura. È un’azione da non trascurare se vuoi sapere come lavare il cane, perché, se l’animale non è asciugato nel modo corretto, potrebbe anche incorrere in un fastidioso raffreddore.

Avvolgilo quindi con un panno morbido per asciugarlo e infine utilizza il phon, avendo cura che l’aria comunque non sia troppo calda, considerando ad esempio che la pelle dell’animale risulta più delicata rispetto alla nostra.