Come accudire un criceto nel migliore dei modi? Un piccolo animale come un criceto è davvero adorabile, ma devi sapere che ci sono delle precise regole che devi conoscere se vuoi sapere come accudire un criceto e come prenderti cura di questo animale domestico.

Ricordati innanzitutto che i criceti non vedono come un’azione naturale quella di essere tenuti in braccio, per questo dovresti sempre fare attenzione a prendere in mano un criceto, come vedremo nel corso di questa guida.

Se vuoi saperne di più su come accudire bene un criceto, tieni quindi in considerazione i consigli che ti forniamo in questo articolo. Considera ad esempio che i criceti sono degli animali molto tranquilli e allo stesso tempo davvero delicati, che richiedono una certa cura e degli aspetti da non sottovalutare, anche per permettere a questi animali di abituarsi alla tua presenza. Vediamo quindi come fare nel dettaglio, anche se vuoi sapere come accudire un cucciolo di criceto.

Fai in modo che il criceto si abitui alla tua presenza

La prima operazione da effettuare consiste proprio nel fare in modo che il piccolo animale si abitui alla presenza della persona che avrà il compito di prendersene cura. Sembrerebbe un’azione semplice, ma in realtà bisogna fare tutto con molta calma e con tanta pazienza.

Ricordati innanzitutto che, se hai portato da poche ore il criceto in casa, non dovresti tenerlo nelle mani. L’animale ha infatti bisogno di abituarsi alla tua presenza e per questo dovresti far trascorrere almeno due giorni prima di metterlo in braccio.

Per abituare il criceto alla tua presenza potresti avvicinarti al luogo in cui si trova e parlare ad esso con un tono amichevole, in modo da far comprendere al piccolo animale che sei una persona di cui si può fidare. Tieni in considerazione il fatto che il criceto potrebbe credere che tu sia un predatore, quindi è importante sapere come accudire un criceto anche in questa prima fase.

Per permettere all’animale di abituarsi alla tua presenza, potresti anche semplicemente compiere delle attività all’interno della stanza in cui si trova. Potresti leggere o guardare la televisione, tranquillizzando sempre il piccolo animale con la tua presenza nello stesso luogo.

Un altro passaggio importante che dovresti effettuare consiste nell’inserire la mano all’interno della gabbietta. Tutto deve essere fatto in maniera naturale, cercando di far comprendere all’animale che sei un amico.

Mantieni la mano rilassata e, dopo averla inserita nella gabbietta anche chiusa, potresti aprirla in modo graduale, per permettere all’animale di prendere confidenza. Il criceto potrebbe anche mordicchiare la tua mano, una tendenza che implica il controllo da parte dell’animale dell’ambiente in cui si trova. In questa situazione non togliere mai la mano in maniera improvvisa. Fai questa azione delicatamente, per evitare che l’animale possa spaventarsi.

Prendi il criceto in mano

A questo punto, quando sarà trascorso un po’ di tempo, avrai la possibilità di prendere il criceto in mano. Prima però assicurati di aver lavato bene le mani, visto che gli animali in questione non gradiscono gli odori forti. Evita quindi di utilizzare dei saponi con profumi particolari, anche perché l’animale potrebbe confondersi credendo che abbia a che fare con del cibo.

Ricordati anche che, se hai più di un criceto, dovresti necessariamente lavare le mani prima di prendere in braccio un secondo animale. Infatti l’odore di un altro criceto potrebbe far credere al criceto che sia attaccato da un altro esemplare.

Permetti quindi al criceto di salire sulle tue mani e a questo punto chiudile in maniera morbida per dare un certo sostegno. Dovresti impiegare entrambe le mani, per permettere una presa più sicura e confortevole.

Naturalmente quando metti le mani all’interno della gabbietta, tienile per un po’ ferme, in modo che l’animale possa abituarsi alla loro presenza. Potresti anche utilizzare una paletta per favorire l’arrampicatura del criceto sulle mani, se non si fida molto. Questo strumento può essere importante in una fase iniziale, ma successivamente, quando il criceto avrà imparato a fidarsi di te, non sarà più necessario.

Quando sollevi il criceto con le mani cerca sempre di compiere i movimenti in modo delicato. In questo modo fornirai al piccolo animale un punto di riferimento ben preciso. Ricordati che potrebbe anche mordicchiare le tue mani quando cerchi di sollevarlo: è un vero e proprio segnale di paura. Per questo devi fare tutto con molta lentezza e dare il giusto tempo all’animale di abituarsi.

Non dovresti comunque tenere in braccio il criceto per molto tempo, perché non è un animale abituato a questo tipo di azione. Se ritieni che l’animale sia infastidito, riponilo subito nella gabbietta, con molta attenzione e sempre con movimenti delicati.

A cosa prestare attenzione

Ti ricordiamo inoltre che non dovresti mai disturbare il criceto mentre dorme, anche perché sono degli animali che hanno un sonno molto profondo e di conseguenza potrebbero avere la sensazione di essere in pericolo, se svegliati in modo improvviso.

Infine, se vuoi sapere come accudire un criceto, ti suggeriamo anche di non sollevarlo ad un’altezza molto elevata dal pavimento. Evita di alzarlo a più di 30 centimetri dal suolo, perché si tratta di animali altamente suscettibili agli infortuni e una caduta potrebbe essere molto pericolosa.