Dall’osservazione degli esperti si desume che le rondini già quest’anno sono arrivate nel nostro Paese. Non hanno fatto altro che anticipare la primavera. Lo comunica la Lipu, che tuttavia non è molto soddisfatta della situazione in generale che riguarda l’habitat naturale degli uccelli. Infatti la Lipu da questo punto di vista ha lanciato un vero e proprio allarme.

Quali sono state le dichiarazioni della Lipu

La Lipu ritiene che le rondini potrebbero non avere più le condizioni naturali per nidificare. Il tutto sembra essere provocato da un ambiente che sta cambiando molto velocemente. Ci sono vari elementi che concorrono a determinare questa situazione in declino.

Soprattutto la nota associazione animalista sottolinea il pericolo rappresentato dall’agricoltura sempre più intensiva. Inoltre, secondo le dichiarazioni degli esponenti della Lipu, a causa di esigenze abitative ed estetiche nelle città vengono a mancare molti dei luoghi che di solito gli uccelli utilizzano per la nidificazione. Spesso i nidi vengono distrutti a causa della ristrutturazione dei sottotetti o dei rifacimenti delle facciate.

La Lipu propone un’apposita delibera salva rondini

Per rimediare a questa situazione la Lipu ha voluto strutturare un’apposita delibera che è chiamata salva rondini. L’obiettivo è quello di rafforzare la protezione di questa specie di uccelli.

La delibera vuole regolamentare i periodi di ristrutturazione dei palazzi e vuole indicare delle soluzioni adeguate da adottare nel caso delle ristrutturazioni.

Queste disposizioni sono rivolte a tutti i sindaci dei Comuni. 145 amministrazioni comunali hanno deciso di aderirvi.