Molto pericolosa la situazione dell’Italia in materia ambientale: sono tante le multe e ancor di più le istruttorie ricevute per le violazioni imposte dall’Unione Europea, che sono valse alla penisola un pagamento di 548 milioni di euro da pagare, stando ai dati aggiornati al 2017.

Le multe imposte dall’Unione Europea all’Italia

Non è assolutamente positivo il dato che riguarda il fronte ambientale italiano, in relazione con quelle che sono le norme imposte dall’Unione Europea. Per il mancato rispetto della normativa comunitaria l’Italia è stata sottoposta a una serie di multe e ben 43 istruttorie Eu Pilot (dato più alto in tutta Europa).

Il valore economico di queste violazioni è considerevole: 548 milioni di euro, di cui 204 solo per le discariche abusive e oltre 151 per quel che riguarda la gestione di rifiuti in Campania. Stando all’aggiornamento del 7 marzo 2019, sono state – in totale – 74 le infrazioni totali italiane, di cui 10 per mancato recepimento di direttive e addirittura 17 per violazioni in materia ambientale.

I punti di debolezza italiani in materia ambientale

Sono tanti i punti di debolezza italiani in materia ambientale, che sottolineano una politica non ancora troppo incisiva in merito.

La difficoltà più grande riguarda la gestione dei rifiuti, soprattutto in realtà come la Campania, là dove è noto il problema delle discariche e dei rifiuti pericolosi. Altre difficoltà riguardano la gestione delle acque interne e marine, la qualità dell’aria e la tutela degli ecosistemi.