Termosifoni smart, e finalmente risparmi un boato sulla bolletta

La questione dei consumi energetici è molto sentita in questo periodo, e poter risparmiare sul riscaldamento sarebbe un beneficio avvertito da molte famiglie italiane. In tal caso, infatti, si può puntare sui termosifoni smart.

I termosifoni smart sono prodotti per il riscaldamento altamente tecnologico, tramite il cui utilizzo si può tagliare di una quota considerevole i consumi in bolletta.

Con i termosifoni Smart il risparmio è assicurato! – newsecologia.it

Sono dispositivi intelligenti che procedono con una programmazione autonoma, impostata al fine di mantenere sotto controllo la temperatura. E, insieme ad essa, altresì i consumi.

Se si pensa che la spesa per il gas è stata incrementata di circa il 70% rispetto a quella per il medesimo consumo dell’anno precedente, si comprenderà ancor di più l’utilità dei termosifoni smart.

La soluzione è applicabile da parte di chi gode di impianto di riscaldamento autonomo, mentre non lo è purtroppo per il riscaldamento centralizzato dei condomini.

Il risparmio con i termosifoni smart

Un esempio di termostato intelligente wireless, impostabile da app – newsecologia.it

Per valutare il risparmio bisogna considerare alcuni fattori. Innanzitutto, se il termostato tradizionale accende e spegne i radiatori ad orari prestabiliti manualmente dall’utente, o al raggiungimento di una determinata temperatura, è anche vero che partiranno anche se in casa non c’è nessuno.

Diventa quindi inevitabile lo spreco. Il termostato intelligente invece, può essere installato senza l’aiuto di un tecnico, con una spesa risparmiata. Tengono inoltre conto di una serie di parametri, analizzano i dati disponibili e sfruttano l’intelligenza artificiale per l’ottimizzazione dei consumi.

Fra le altre cose, rilevano la presenza di persone in casa, e consentono l’attivazione e il resto degli interventi possibili anche da remoto, con un’apposita app rilasciata dal produttore. Il dispositivo smart punta al mantenimento costante di una temperatura minima, così da ridurre i consumi.

Gli stessi si riducono se si considera che, diversamente, la caldaia dovrebbe ripartire da zero e farebbe molta fatica. Si va quindi in un intervallo fra i 15 e i 19 gradi durante la notte, o nel momento in cui non si è in casa. Determinante la presenza di valvole intelligenti. Esse sostituiscono la presenza delle manopole sui termosifoni, e con le stesse si può perfezionare l’impostazione stanza per stanza. In totale si può arrivare ad un taglio dei consumi in bolletta anche del 30%.